Filed under Lettere a Sancio Governatore delle isole.

[Lettere a Sancho] La Ragione di Yunis. Parte I.

Sancio, fai bene tu ad occuparti dei piccoli cuori della tua piccola Isola, che il tempo delle genti, quello ordinato dei libri e dei giornali, e’ solo una patacca con cui mettiamo a nanna il Caos. Ogni giorno ci addormentano il fagiolo con le parole: rivoluzione, guerra, crisi, dolore, successo, democrazie dittature primavere ingiustizie giustizia … Continua a leggere

Vota:

[Lettere a Sancho] Cristo si e’ fermato in via Quirra. Lettera da Piazza Granatieri di Sardegna.

Egregio Sancio Governatore d’Isole, scrivi di aver girandolato nelle sere estive in quel dedalo di muriccioli e automobili arroventate. Ho visto dei bimbi, ieri, quando sono andato a curiosare in piazza Granatieri di Sardegna. Uno scugnizzetto trotterellava senza meta, con indosso la maglia dell’Inter. Un altro, impolpato da troppi panini, sedeva all’ombra di un palmizio. … Continua a leggere

Vota:

[Lettere a Sancho] Breve invito a parlare del suicidio. Lettera dal Bastione di ST. Remy.

Sancio, tu non sai, ma una volta il Pittore compose una poesia. E si, perche’ e’ anche poeta, e scultore. Tornava a casa in macchina, a notte fonda. E fra l’opale dei fari che si gettavano nel buio vide delle piccole schegge impazzite, filamenti, brevi interruzioni nell’allucinazione dell’asfalto ingollato dalla macchina. Erano moscerini. Scrisse il … Continua a leggere

Vota:

[Lettere a Sancho] Londra Cagliari sola andata

Egregio Sancio Governatore d’Isole, Karim ha uno squasso di domino divelti nel cavo orale, un Karakorum rugginoso sul quale traversa la lingua come una buriana inzuppata. Mentre risaliamo l’utero di Londra verso Stansted sento il suo schioccare cammello accentarsi sullo sferragliare del trabiccolo. Szampettiamo come un canide spelacchiato fra le luci dei lampioni, leccando muri, … Continua a leggere

Vota: