Le attività di raffinazione di Saras trasferite alla controllata Sarlux Srl


raffineria petrolio

Tutte le attività di raffinazione detenute da Saras SpA sono state trasferite alla controllata Sarlux Srl. È quanto si evince dal “Saras Group Interim Financial Report as of 30th June 2013”, disponibile nella pagina Investor Relations sul sito della Saras. Ciò è stato fatto, ufficialmente, al fine di concentrare in un’unica società tutte le attività industriali svolte nel sito di Sarroch.

Cosa significa?

La differenza tra Srl e Spa risiede principalmente nella minore rigidità della disciplina delle prime rispetto alle seconde. Tra le differenze anche l’importo del capitale sociale minimo è rilevante: per una spa servono 120.000€; per una srl bastano 10.000€.

La Sarlux

La Sarlux era in precedenza una società del Gruppo Enron ed è stata acquisita dalla Saras nel 2006 (con effetto però dal 15 gennaio 2002, cosa che ha fatto riscuotere alla Saras i dividendi relativi a tale quota e giacenti a partire dal 2002, per un ammontare di 66.303.760 euro) tramite un lodo arbitrale (prima di allora la Sarasaveva già acquisito il 55% del capitale sociale di Sarlux e deteneva un’opzione di acquisto della quota restante).

I CIP 6

La Saras usufruiva dei CIP 6 anche tramite la Sarlux. Il CIP 6, come è noto, sarebbe dovuto essere un incentivo diretto ai soli produttori di energie rinnovabili, sennonché si estese l’incentivo alle energie assimilate. Tramite un’apposita convenzione si prevedeva di cedere all’ENEL l’energia prodotta in eccedenza ad un prezzo fisso superiore a quello di mercato. L’ENEL da parte sua avrebbe recuperato la differenza di prezzo attraverso un’apposita voce di costo nella bolletta degli utenti. Tramite la delibera del Comitato interministeriale prezzi n. 6 del 29 aprile 1992 (da qui incentivi CIP 6), la Saras può quindi vedersi valutare combustibili di processo, residui e recuperi vari alla stregua di energie rinnovabili.

E ora?

E ora questo cambiamento. Il fatto che le attività di Sarroch saranno gestite tramite una Srl ci deve far preoccupare? Che risvolti avrà in riferimento al futuro delle attività della Saras in Sardegna? Tale scelta ha relazioni con la rottura del silenzio di questi ultimi anni in riferimento ai fattori inquinamento e salute?

Tutte le attività di raffinazione detenute da Saras SpA sono state trasferite alla controllata Sarlux Srl

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...