La Saras vuole trivellare nel Campidano. Il Comune di Sanluri approva un’intesa


Trivellazioni-nel-Parco-del-Cilento-domani-Shell-incontra-i-sindaci

Che ne dite di un paio di trivelle tra i campi di carciofo campidanese?

Sono due i permessi di ricerca per risorse geotermiche che riguardano l’area del medio Campidano. Ne dà notizia il Ministero dello Sviluppo Economico, sezione Dipartimento per l’energia.

Il permesso IGIA (chiesto dalla SARAS)

Il permesso IGIA (vedi documento) è stato presentato dalla SARAS il 20/01/2011 e interessa una superficie di 188,56 Kmq ricompresa entro le giurisdizioni dei comuni di Samassi, Serramanna, Villacidro, Villasor, Decimoputzu, Decimomannu, Villaspeciosa, Uta e Assemini (135,57 Kmq nella Provincia di Cagliari e 52,99 Kmq nella Provincia del Medio Campidano).

Il Gruppo Saras, la cui attività ha origine nel 1962 per iniziativa di Angelo Moratti, presenta un valore totale dei ricavi pari a circa 8,6 miliardi di Euro al 31 Dicembre 2010. Il Gruppo è attivo nel settore energetico ed è uno dei principali operatori italiani ed Europei nella raffinazione del petrolio. Saras inoltre vende e distribuisce prodotti petroliferi nel mercato nazionale ed internazionale, direttamente ed attraverso le controllate Saras Energia S.A. (in Spagna), ed Arcola Petrolifera S.p.A. (in Italia).

Inoltre, il Gruppo produce e vende energia elettrica attraverso le controllate Sarlux S.r.l. e Parchi Eolici Ulassai S.r.l. (PEU). Il Gruppo opera anche nel settore dei servizi informatici attraverso la controllata Akhela S.r.l. ed offre, attraverso la controllata Sartec S.p.A., servizi di ingegneria industriale e di ricerca scientifica per i settori petrolifero, dell’energia e dell’ambiente.

Nello scorso luglio 2011, il Gruppo ha costituito la società Sargas S.r.l., che opererà nel campo della ricerca, coltivazione, trasporto, stoccaggio, acquisto e vendita di idrocarburi gassosi e vapori naturali.

 Il permesso SILIQUA (chiesto dalla GEOENERGY)

Il portale del Ministero dello Sviluppo Economico ci informa della presentazione di un’altra istanza, dal nome SILIQUA, presentata dalla GEONERGY s.r.l., in concorrenza con il progetto IGIA (vedi documento).

Presentata il 25/03/2011 e il progetto SILIQUA, riguarda una superficie di 297,49 Kmq: oltre al Comune di Siliqua, sarebbero coinvolti quelli di Villacidro, Serramanna, Samassi, Villasor, Vallermosa (sul sito è indicata erroneamente “Villaelmosa”), Decimoputzu, Decimomannu, Villaspeciosa e Uta. 219,85 Kmq nella Provincia di Cagliari e 77,64 Kmq nella Provincia del Medio Campidano.

Geo Energy srl è una società che fa capo al gruppo Exergia (non alla Geotech, come riportato in precedenza).

IGIA: il Consiglio Comunale di Sanluri si era già espresso a favore

Con deliberazione n. 50 del 04/07/2008, avente a oggetto intesa Regione-Comune per ricerca idrocarburi liquidi e gassosi denominata IGIA, il Consiglio Comunale di Sanluri si è già espresso a favore dell’intesa accogliendo l’invito dell’Assessorato all’Industria sardo (vedi documento).

La cosa strana è che, mentre sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico figura la richiesta del permessi di ricerca per risorse geotermiche, qua si parla di ricerca idrocarburi liquidi e gassosi. Oltretutto il Comune di Sanluri non risulta tra i Comuni coinvolti all’interno del permesso IGIA così come riportato nel sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’art.8 della L.R. 15/2002, come modificato  dall’art.6 della L.R. 13/2003 e dall’art.24 lettera b) della L.R. 9/2006 stabilisce che le “CONCESSIONI MINERARIE E LE AUTORIZZAZIONI DI  CAVA” possono essere rilasciate dall’Amministrazione Regionale  previa intesa con il Comune territorialmente competente  che si esprime in conformità alla pianificazione urbanistica vigente.

Il Consiglio Comunale di Sanluri si è espresso favorevolmente in merito all’intesa per il rilascio  dell’autorizzazione da parte della R.A.S. Assessorato dell’Industria, servizio attività estrattive, ai fini della “RICERCA IDROCARBURI LIQUIDI E GASSOSI DENOMINATA “IGIA”, avanzata dalla SARAS s.p.a. (12 favorevoli, 2 contrari, 1 astenuto).

continua ….

Vedi anche: [Arborea] Intervista a Paolo Piras, Comitato Civico No Progetto Eleonora

4 thoughts on “La Saras vuole trivellare nel Campidano. Il Comune di Sanluri approva un’intesa

  1. Pingback: La SARAS (e non solo) vuole trivellare nel Campidano. Due permessi di ricerca per risorse geotermiche che riguardano anche Serramanna. | A Serramanna

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...