[Ghilarza] Sukuiangue. Angola: nuove professioni. Nuovi aiuti. Nuovi abusi


Sukuiangue è una parola angolana che indica una sorta di stupore misto a spavento . Gli inglesi lo tradurrebbero in “Oh My God“, i sardi in “oi Gesus“. Le situazioni in cui si utilizza sono le più varie. Lo stupore per un paesaggio bellissimo, o quello suscitato da una condizione di terribile sofferenza. L’Africa – in questo caso l’Angola – è terra capace più di altre di suscitare emozioni così contraddittorie. Lo sa bene chi ha visitato la terra che è stata culla dell’Umanità e che oggi – dopo quell’esperienza – è impegnata a far conoscere al maggior numero di persone il grande bisogno di attenzione di cui necessita il continente africano.

Il video che pubblichiamo oggi è il resoconto audio-video di uno di questi incontri finalizzati a far conoscere questa parte d’Africa. Buona visione.

One thought on “[Ghilarza] Sukuiangue. Angola: nuove professioni. Nuovi aiuti. Nuovi abusi

  1. Si, ecco, nel video si pecca un pò di campanillismo agli inizi, ma perdonerete l’emozione. Su Barralliccu ci ha fatto un bel regalo, dal momento in cui è entrato alla torre Aragonese a quando ha deciso di pubblicare l’iniziativa. Ci sono parecchie persone che ringraziano. Questa redazione non ci delude mai!!!

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...