[Gossip] May I touch you?


Un campidanese con un po’ di ironia (neanche tanto velata) gli chiederebbe “Oh ma ti pozzu toccai?” e sarebbe la domanda più naturale, la più plausibile da fare a George Clooney.

Se avessi a cuore questo post e le sorti di Elisabetta prenderei un aereo per Alghero, l’arst (nuovo di zecca con l’aria condizionata a palla) diretto a Tresnuraghes e chiederei a George: “Oh ma ti pozzu toccai?”.

La questione chiave in questa faccenda di Tresnuraghes è che George Clooney non è, non esiste. O meglio, George non è un essere tangibile e per quanto ci sforziamo di usare tutto l’equipaggiamento che il nostro realismo ingenuo ci fornisce, noi falliamo.

C’è un enorme salto tra quello che i nostri sensi collezionano di Clooney quando lui ci si para davanti e l’immagine mentale di Clooney che il nostro cervello ci restituisce. Inevitabilmente il nostro George sarà costituito di parti in smoking, benché indossi abiti casual, parti in camice, porzioni scelte di Brad Pitt, puzza di Soderbergh , avrà insomma la stessa consistenza di Luke Skywalker ( ma meno carismatico).

Per capirne il motivo basta pensare a gente come David Lynch.

Lynch ha passato anni a imbrogliarci a imbrogliare le carte, prima presentandoci un personaggio mediocre in un’anonima cittadina di periferia dove un orecchio mozzato costituiva la chiave per un mondo inaspettato, poi riportando tutto questo ingarbugliarsi di mondi a Hollywood, cioè girando dove non si dovrebbe girare. Girando dove ci sono le macchine da presa sui cavalletti e tutto il resto dei cavi che noi non dovremmo vedere.

Noi però abbiamo visto e abbiamo cominciato a ingarbugliare pure George.

E quando George ha raggiunto un luogo come Tresnuraghes dove si produce della buona malvasia, è in quel momento che è avvenuto lo strappo, che i piani hanno cominciato a confondersi a perdere consistenza ed è sembrato spontaneo, inevitabile toccare il costato di Clooney per capire se Elisabetta stesse facendo la scelta giusta.

Annunci

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...