[Nuraminis-Villagreca] Fine dei Consigli comunali on line? Negata a Su Barralliccu l’autorizzazione a filmare.


Chi ha paura della trasparenza?

Coinvolgimento, sinergia e abbattimento delle distanze?

Va bene, ci siamo detti qualche mese fa: facciamo i propositivi e diamo anche noi un contributo alla trasparenza che non c’è mai stata a Nuraminis. Facciamo finta di non ricordarci che prima dei consigli online, ci sono stati i comizi online e prima ancora, vigente la passata amministrazione, numerosi post “dedicati” alla trasparenza. E facciamo anche finta che prima di tutto questo non ci sia stata una petizione online lanciata da questo blog e raccolta da oltre 70 cittadini, rivolta pure quella alla precedente amministrazione e finalizzata a chiedere un adeguamento su questo versante così importante.

Adeguamento che, dopo post, petizioni e robe varie, è finalmente arrivato. E infatti, dal primo settembre Nuraminis ha un sito internet dignitoso (anche se poco partecipativo, visto che non ha nemmeno una newsletter alla quale potersi iscrivere per avere notifica degli aggiornamenti).

Che che se ne dica, comunque, la trasparenza amministrativa non è un sito internet (e ci spiace per chi lo pensa e lo scrive pure!). L’urgenza e il diritto alla trasparenza non si riduce ad uno spazio virtuale, ma si sostanzia in una serie di azioni la cui ricaduta pratica  in termini di efficienza dell’amministrazione ha un valore anche economico.

Comunque, tornando a bomba, come i nostri cinque lettori sanno, proprio perché convinti che la trasparenza non fosse un sito internet ci siamo proposti, qualche mese fa, di offrire il servizio di ripresa audio-video e messa on line dei consigli Comunali.

Al tempo, la maggioranza nuova di zecca rispose raccogliendo immediatamente la nostra disponibilità. Lo fece pubblicamente sul suo gruppo facebook, con queste parole:

“Comunichiamo la nostra disponibilità ad accogliere le videocamere de ”subarralliccu” al consiglio comunale di venerdì prossimo. L’evento non ha precedenti nella storia del paese ed e’ un caso raro per realtà comunali come la nostra. Ringraziamo ”subarralliccu” per essersi proposti. Coinvolgimento, sinergia e abbattimento delle distanze tra amministratori e amministrati”.

Le ragioni che spinsero la maggioranza a quella decisione vennero ribadite in occasione del primo consiglio comunale, anche perché, mentre ::Su:Barralliccu:: fu autorizzato a filmare l’evento, così non avvenne per il principale gruppo di minoranza, che aveva presentato analoga richiesta.

Fu lo stesso sindaco, sempre in occasione di quel consiglio inaugurale zeppo di cittadini, a motivare la sua scelta con queste parole:

la decisione che mi sembrava più appropriata è stata questa di dare l’autorizzazione a Su Barralliccu perché comunque viene inserito nel sito in cui come per la campagna elettorale tutti abbiamo potuto visionare i filmati e di negarla [alla minoranza] per il semplice motivo che il regolamento consiliare non esiste ancora … che a parere dei funzionari probabilmente era meglio prima approvare il regolamento e poi dare l’autorizzazione … siccome abbiamo ritenuto che su barralliccu ha motivato diversamente l’uso del filmato abbiamo deciso insieme.. insieme alla giunta di dare l’autorizzazione a Su barralliccu”. [vedi il video]

Insomma, nonostante questa incomprensibile distinzione, sembrava si fosse aperta una stagione nuova per Nuraminis e Villagreca. La Comunità pareva porsi come piccola avanguardia su questo versante: nessun Comune sardo infatti, prima di Nuraminis, aveva messo online i propri Consigli Comunali, così che la gente interessata potesse rivederli con calma, senza filtri, né tagli, né mediazioni.

I consigli finora pubblicati sono stati 3. Tutti rigorosamente autorizzati dal sindaco.

Però in data 31 agosto 2010 qualcosa cambia. Il Sindaco decide di negare l’autorizzazione a SuBarralliccu.

La decisione è stata motivata così: “forse non potevo autorizzarvi neanche le altre volte … è meglio se ci dotiamo di regolamento!” prima di autorizzare altre riprese.

Ma questa giustificazione non regge. Non regge perché, come recita l’art. 39 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali è il Presidente del Consiglio Comunale (il sindaco nei comuni con meno di 15 mila abitanti) che, nell’esercizio dei propri poteri di direzione dei lavori dell’assemblea, può, caso per caso, ammettere o meno la registrazione di terzi.

Non mancano altre fonti che confermano tale principio, come si evince dalla nota 12-02-2003 del Ministero dell’Interno (Parere Interno), confermata anche da un articolo di Italia Oggi del 15 gennaio 2010 – Articolo Italia Oggi -.

Una scelta politica

La legge dunque dice chiaramente che, in assenza di un regolamento comunale, è il presidente del consiglio a decidere caso per caso. Ammettere o non ammettere le telecamere è un suo diritto/dovere. Quindi se vuole ammettere le videocamere può farlo. Se invece le rifiuta  la responsabilità politica è totalmente sua e della maggioranza che supporta questa decisione. A prescindere dalla presenza o meno di un regolamento (che pure riteniamo debba essere prodotto al più presto).

Perché la giunta ha deciso di cambiare politica rispetto ai precedenti consigli comunali? La risposta ovviamente spetta a loro. E speriamo ce la vogliano dare non per interposto spazio web, ma qui nel nostro blog, dove la domanda è stata posta, in modo che i lettori possano avere un’idea chiara circa l’oggetto della risposta e suo destinatario.

Nel frattempo, a noi resta la possibilità di avanzare qualche ipotesi. Forse hanno deciso di cambiare rotta perché nei consigli precedentemente da noi filmati e messi a disposizione della cittadinanza abbiamo “osato” pubblicare, insieme al video integrale del Consiglio Comunale, anche le nostre considerazioni in merito ai temi trattati e alle scelte prodotte?

Sarà questo?

Sarà questo il motivo della negata autorizzazione? Sarà che chi guida il Comune vorrebbe una trasparenza “amica”, che non chiede, che non fa domande, che non esprime valutazioni sul suo operato?

Ma bai! Noi non ci crediamo, perché un tale modo modo di concepire l’informazione e la trasparenza sarebbe tutto fuorché democratico e starebbe al liberalismo come Putin e Gheddafi stanno ai diritti civili.

Caso mai, il motivo della negata autorizzazione sarà dovuto al fatto che tra i punti all’ordine del giorno del consiglio del 31 agosto 2010 c’era la variazione di bilancio, che è sempre una cosa delicata, che è sempre meglio non far conoscere troppo alla cittadinanza. Che poi son cose confuse, le variazioni di bilancio, che magari non si riesce o non si vuole nemmeno spiegare bene.

Perché, alla fine, se fai sapere troppe cose alla gente, quella si forma delle idee sbagliate e la popolarità dei governanti può anche andare in apnea.

Sarà questo, forse. O forse no e speriamo che una spiegazione chiara e netta della negata autorizzazione a filmare ci venga data e venga data a tutti i nuraminesi che da giugno ormai seguono i consigli comunali di Nuraminis tramite internet e vorrebbero continuare a farlo.

Converrete con noi che, al di là di come la pensiate in politica, al di là di chi abbiate votato alle scorse comunali, il risultato di questa divieto a filmare opposto dalla maggioranza è uno solo: fino al 31 agosto 2010 era attivo un servizio di ripresa e messa on line dei consigli comunali a disposizione di tutti, libero, gratuito e senza alcun costo per la tasca dei contribuenti, né per il Comune.

Ora, con la decisione del comune di non autorizzare le riprese a SuBarralliccu, questa opportunità di conoscenza per la cittadinanza è stata cancellata.

Magari, cari lettori, loro pensano che i nostri video e i nostri commenti siano così convincenti da potervi far cambiare idea politica, da mutare il vostro appoggio all’attuale maggioranza in opposizione.

Ma si sbagliano e voi lo sapete. Sapete meglio di noi che non sarà certo SuBarralliccu a farvi cambiare idea e, anzi, il suo modo di fare sfrontato e insopportabile caso mai rafforzerà i vostri convincimenti, in particolare se opposti ai nostri.

Chi non la pensa così ha poca fiducia nella vostra intelligenza.

Concludiamo?

Detto questo, concludiamo: ci potranno anche impedire di riprendere il Consiglio Comunale, ma non certo di presenziare e prendere appunti per darvi conto di quello che là vi si discute.

Certo, il “riporto” è attività di sintesi e la sintesi di per se stessa presuppone una forte componente interpretativa: ad esempio, la scelta di cosa riportare e cosa no, può avere un valore politico ed essere politicamente rilevante. Per non parlare, poi, del “come” si riportano le notizie.

E su questo punto, signore e signori, stati bene attenti: se per ragioni di sintesi di certe cose non parleremo o parleremo poco e parleremo a modo nostro, non vogliamo sentire storie: perché se l’audio-video integrale, senza tagli, né censure del Consiglio Comunale non sarà più disponibile la responsabilità non sarà certo nostra.

E se la sintesi non vi soddisferà prendetevela con chi ha cancellato la possibilità di  avere un documento integrale, senza sintesi, né interpretazioni, a disposizione di tutti, oltre e al di là dei nostri trascurabili commenti.

P.S.

Nelle prossime ore pubblicheremo la nostra sintesi sul consiglio comunale del 31 agosto 2010, che non ci è stato concesso di filmare e mettere a vostra disposizione.

State connessi.

18 thoughts on “[Nuraminis-Villagreca] Fine dei Consigli comunali on line? Negata a Su Barralliccu l’autorizzazione a filmare.

  1. Posto che non autorizzare la registrazione non ha per niente senso…mossa dalla curiosità di vedere, finalmente, il sito del comune che mi ospita…., una cosa noto immediatamente…”Bando aggiornamento elenco proffesionisti”…va bene la trasparenza ma anche l’italiano ha la sua importanza! Siete un ente pubblico, dovreste prestare più attenzione.

  2. che dire, dispiace. ho votato l’attuale sindaco nella speranza di vedere un cambiamento positivo delle cose, certo qualcosa è già stata fatta, però spero che si possa riprendere a filmare tutto, era una bella iniziativa.

  3. Sì, ma non bisogna limitarsi a “sperare” che succeda qualcosa. Senza l’impegno di tutti le cose non cambiano e si tornerà lentamente a quello dal quale molti pensavano di essersi liberati.

  4. Secondo me stavolta non sono state accettate le telecamere a parte perchè penso che la questione bilancio è molto delicata,e probabilmente ci sarà qualche buchino di qualche paio di migliaia di euro lasciato dai gloriosi “comunisti” che avevamo in carica..ahahah..poi un’altra cosa,su barralliccu fa informazione??e da quando??a me sembra che stia facendo opposizione più che informazione!!sarà mica un gruppo orientato a sinistra??nooo..io vedo che da prima delle elezioni a oggi nei vari blog,post ecc si faceva e si fà solamente conto delle operazioni di questa attuale amministrazione,ma mai una volta un post o qualcosa che ha avuto da dire x i passati amministratori di Cappai & Co..eppure da dire ce ne sarebbe da scrivere non un libro,ma la bibbia e il corano messi insieme..si parla tanto di trasparenza….xke,luciano cappai ha mai mostrato trasparenza??e non fatemi ridere…Spero che questa amministrazione ci faccia conoscere cosa HA EREDITATO negli uffici e nei CONTI del comune dai vecchi amministratori!!magari su barralliccu ci farà un bell articolo,o si limiterà a dire che c’è bisogno di trasparenza e di siti internet comunali x coprire i danni che ha subito questo paese in passato…buona..

  5. Caro Sick,

    Subarralliccu non fa informazione. Non è un giornale, né mira ad esserlo. È solo un blog. E in quanto blog blogga. Tutto qui. Se poi la gente lo segue o lo legge come fosse un giornale, questo lo devi chiedere a loro.

    A te invece consiglio, prima di fare queste sparatine provocasorriso, di informarti su quello che negli anni precedenti abbiamo fatto in questo blog, anche e soprattutto in riferimento alla passata amministrazione comunale.

    Guarda, ti diamo una mano a informarti sulle nostre attività passate, anche se ti sarebbe bastato dare un’occhiata nel blog.

    – Tre anni fa circa abbiamo iniziato a parlare di cave, in parallelo alla nostra mobilitazione su Furtei.
    Abbiamo chiesto conto alla scorsa maggioranza di queste cave, senza averne avuto indietro mai risposta.
    Tutto scritto, nero su bianco e pubblicato.

    – Abbiamo girato un video per denunciare i lavori di sistemazione per lo scolo delle acque in via Umberto, criticando apertamente l’amministrazione scorsa http://www.youtube.com/watch?v=eQyOySRK3ss

    – Abbiamo pubblicamente chiesto alla stessa passata amministrazione cosa intendesse fare sul versante del sito internet, facendo perfino una petizione sottoscritta da circa una settantina di persone, con tanto di articoli sulla stampa regionale.
    http://www.petizionionline.it/petizione/per-le-governance-nel-comune-di-nuraminis/491

    – Abbiamo denunciato la lentezza dei lavori di recupero e valorizzazione della statuaria parrocchiale, denuncia alla quale replicò a suo tempo l’attuale capogruppo di minoranza Paolo Cocco. Sul nostro blog.

    – Abbiamo fatto non uno ma DUE video sulle cave, sottolineando l’assenza del Comune sulla vicenda (e anche quella dell’opposizione).
    http://vodpod.com/watch/3383283-nuraminis-villagreca-la-cava-divora-anche-te-parte-2?u=subarralliccu&c=subarralliccutv

    – abbiamo fatto un video che documenta l’abbandono del nostro patrimonio archeologico (http://vodpod.com/watch/3480647-nuraminis-villagreca-nulla-da-valorizzare?u=subarralliccu&c=subarralliccutv).

    Potrei continuare.

    Aggiungo che sui temi da noi affrontati in tempi passati, avremmo gradito l’intervento della ex l’opposizione che, invece, nei 5 anni passati si è caratterizzata per un silenzio assordante.

    Se hai voglia e tempo di leggerti il blog potrai vedere con calma le date dei nostri post. E potrai finalmente capire che quello che stiamo dicendo ora, lo diciamo da anni.
    Da tempi non sospetti.
    Però tu te ne accorgi adesso e non prima. A mostrare che la faziosità di cui ci accusi è in realtà tua.

    Se vuoi accusarci di essere faziosi accomodati pure. Non sarebbe la prima volta, nè sarà l’ultima. È un argomento bisunto e poco originale sul quale non torneremo più, perché non ci è mai interessato ragionare con questa logica, e non inizieremo certo a farlo adesso.

    Continua a seguirci, intanto, ma leggici come maggiore attenzione.

  6. sick100, la risata non mi torna…. cioè, se non volessimo fare pubblicità ai “buchini dei gloriosi comunisti”, secondo te faremmo un post sulla negata autorizzazione? Se è vero quello che pubblicamente dici, anche se, ahinoi, anonimamente, vorremmo che tutti ne venissero a conoscenza e non solo pochi beninformati…
    L’esigenza di trasparenza è diffusa nella popolazione, non in gruppi particolari, e nasce proprio dalla sua mancanza negli ultimi 5, 10, 15(?) anni, e se vai nell’archivio (anche meno recente) de subarralliccu puoi trovare degli articoli di certo non lusinghieri nei confronti della vecchia amministrazione.
    Hai letto il post sul parco di Nuracesus pubblicato qualche giorno prima delle elezioni?
    Hai letto il post sul finanziamento mancato, poi rettificato?
    Hai letto il post sui lavori della via Umberto?

    Quando l’avrai fatto ne riparleremo, bye.

    P.S. Alcuni miei amici si rallegreranno nel leggere che siamo un gruppo “orientato a sinistra”: continuano a ripetermi che sono “diventata” di destra!! Centu concasa…

  7. Se definite la passata amministrazione “comunista” io sono Walt Disney!

    Ma finiamola con queste etichette made in china !

    Vero è che con certi atteggiamenti l’attuale amministrazione non dà modo di conoscere il vero senso del termine “democrazia”, soprattutto quando recinta luoghi pubblici per fare un dispetto ai ragazzi che si ammazzano dalla noia..

    Certo è che le contraddizioni in cui si anela, non sono novità di questa amministrazione, ma cosa vuol dire?
    Dobbiamo continuare a criticare il vecchio perchè era brutto, ma non dobbiamo mettere uno specchio davanti al nuovo??

  8. finalmente riprendo la tastiera in mano. in tema di trasparenza mi sa proprio ke qst amministrazione si sta comportando peggio della passata, della quale loro hanno sparlato a più non posso quando, tra l’ altro erano dei veri e propri spettri in comune!!!! ma x favore…mi viene il sorrisino sulle labbra…xke qualcuno non ci spiega come mai la sfrondatura dei tamericci è stata data ad una ditta privata e nn affidata ai singoli proprietari dei terreni?? quanto è costata alle tasche dei cittadini nella loro totalità?? (non dico x quale motivo, SECONDO ME, è stata affidata ad una ditta privata altrimenti scoppia la terza guerra mondiale). come mai l’ uscita di sicurezza del palco, in occasione della festa di san lussorio, era vicino ad un edificio “pericolante” o “inagibile” come quello dell’ ACRA ;)?? se n’ è fatta menzione nel verbale di sopralluogo della commissione comunale?? mmmm ho i miei dubbi :) :) ah ah ah. lasciamo perdere ke è meglio…comunque tornando al discorso del post è vergognoso ke vi sia stato impedito di filmare il consiglio quando il t.u.e.l. dà la facoltà al presidente del consiglio o al sindaco di autorizzare o meno le riprese (naturalmente il diniego delle riprese dev’ essere motivato xke, sentirsi dire “forse non potevo autorizzarvi neanke le altre volte”, sembra la scusa del bambino quando ruba le caramelle ke dice “non sapevo ke dovevo pagarle” ..sicuramente a qualcuno prudeva il tema del bilancio…forse xkè c’ era qualcosa da cammuffare bene bene………non credo ke dipenda dal commento degli altri consigli. non si volevano far sapere certe cose alla popolazione punto e basta!! anke se bisogna dire ke se una persona è interessata al consiglio ci va di persona e non aspetta voi de su barralliccu ke gli serviate la minestra calda a tavola. ciao a tutti bnotte.

    P.S x qualcuno: la mia lingua dà fastidio a te ed a qualcun’ altro. non salutate più xke a modo vostro siete offesi x quello ke io scrivo su questo blog..capirai quanto me ne sbatte del vostro saluto. NULLA….meno di un pezzo di carta igienica sporca. a voi infastidisce ke io scriva le cose come stanno o ke so dove andare a punzecchiarvi e non potete replicare xkè smonterei le vostre risposte in zero secondi.. da buoni amministratori, quali sbandierate di essere, dovreste chiedermi come mai scrivo tutte qst cose….ed invece??????? nulla…tutto tace…forse xkè non sapete affrontare le cose di persona e vi chiudete a riccio nella vostra mentalità. ma ripeto non m’ importa nulla, io sono sempre disponibile ad un chiarimento con l’ interessato/i…i ricci lasciamoli vivere tranquilli in campagna ;) buona

  9. E’a discrezione del presidente del consiglio negare o consentire la ripresa delle sedute. Cio’che mi sorprende e’perche’prima si e dopo no. C’e’qualcosa da nascondere? Qualcosa da far passare in sordina? A mio avviso, essendo pubblica la partecipazione, il Consiglio Comunale ha poco da nascondere.
    A mio avviso, e’dovere dei consiglieri di minoranza, raccontarci un po’di tale seduta se e e’ perche’ era necessario “nascondere” qualcosa.

  10. @mendulamarigosa
    Recintare i luoghi in cui i ragazzini non si annoiavano ecc??mi sembra poco..anzi,perchè non mandiamo questi ragazzi in cricca sotto casa dei loro genitori fino a tarda notte come fanno in piazza a bestemmiare,urlare,pisciare i portoni,insultare gli abitanti del vicinato ecc???ma sono solo dei ragazzi vero!!anzi,qualcuno dice che nell’intervista video sembravano degli angioletti in pena..ma x favore..e addirittura si dice che la piazza è sempre stata luogo di casini e baldoria..sto cazzo!!quando ci uscivo io,si faceva casino ma quando era ora di finirla si finiva,e sopratutto se una persona residente lì,più grande di me si permetteva a dirmi di smetterla,io la smettevo!!non come adesso che questi 4 “angioletti” rispondono sgarbatamente e mandano a fanculo le persone adulte che vorrebbero solo stare tranquille la notte!!e non è il fatto del secchio in testa alle 22.30 di sera,ma che quelle persone sono 2 anni che combattono,solo x riuscire a stare tranquilli in casa loro!!forse in questo paese manca un luogo in cui concentrare i giovani e darli un passatempo,magari si eviterebbero queste cazzate e la piazza sarebbe luogo di incontro e di calma,non un luogo buio dove anche le ragazzine tirano le bestemmie a urla,e poi la domenica vanno a messa con le mammine…che gioventù!!

  11. Caro Sick,
    secondo me hai sbagliato post.
    Commenta in quello giusto. Complimenti per il linguaggio. Lo usavi anche quando uscivi in piazza?
    Il tema giovanile lo riduci tutto alla disputa che c’è stata. Ma secondo il nostro trascurabile parere la questione vera è l’assenza (ultra-decennale) di attenzione per le politiche giovanili.
    In assenza di risposte vere al tema, l’amministrazione precedente metteva i “grandi fratelli”. Quella attuale recinta i muretti. Non c’è che dire: una continuità perfetta. È cambiato tutto perchè tutto rimanesse uguale a prima.

    Tuttavia (lo dico a te e a tutti)

    L’OGGETTO DI QUESTO POSTO È UN ALTRO: e cioè la NEGATA autorizzazione a riprendere la seduta consiliare del 31 agosto 2010.
    Cerchiamo di NON SVIARE l’attenzione dei lettori dal tema, riprendendo discussioni risalenti a un mese fa… caro lettore anonimo.

  12. Io credo che come al solito ognuno abbia interpretato a modo proprio la questione “dei ragazzini”….bisogna vedere se poi il tutto corrisponde con quelle che erano le intenzioni del post. Esistono due problemi: uno è quello degli schiamazzi in piazza e l’altro è l’inadeguatezza delle soluzioni che i cosidetti “adulti” hanno fornito alla questione. Nessuno sostiene che i ragazzi in piazza siano sempre educati, composti ed adeguati al contesto ma ciò che si contesta è la mancanza di alternative che le varie amministrazioni che si sono succedute hanno saputo dare al problema dei giovani. Ciò che si contesta è che la risposta al problema non sono le secchiate in testa nè tantomeno la recinzione della zona oggetto della contesa. Se questa è la soluzione migliore che siamo in grado di mettere in campo allora non so se è meglio il problema o la soluzione. Il problema è di tipo educativo e di tipo politico e su queste cose, mi dispiace, ma non ci si improvvisa con soluzioni di fortuna. La questione giovanile è una questione seria e delicata, soprattutto per un paese come il nostro che non è mai stato particolarmente attento a certe dinamiche. Dinamiche che vanno affrontate con cognizione di causa e con competenza….e molto francamente in tutta questa vicenda non si è vista nè l’una nè l’altra cosa
    Chiarito questo punto mi piacerebbe che si tornasse al tema di questo post ( se si vuole parlare della vicenda delle secchiate lo si può fare là dove se n’è discusso e siamo disponibilissimi a continuare a dibattere).
    Se l’autorizzazione non ci è stata concessa per un motivo diverso dal non voler divulgare alcune informazioni allora aspettiamo con ansia che ci venga fornita un’altra spiegazione plausibile

  13. @sick 100

    Quando saprai esprimerti con parole adeguate potremmo anche dibattere sul tema.

  14. Ciao a tutti,

    In merito all’argomento del post non posso che ripetere quello che ho sempre sostenuto: in assenza di Regolamento io autorizzerei la ripresa di qualsiasi seduta pubblica del Consiglio Comunale.

    Auspico che questa maggioranza si adoperi quanto prima alla redazione del Regolamento e che questo venga approvato al più presto. Sono disponibile alla collaborazione con la maggioranza per la stesura di un testo che garantisca il massimo della trasparenza e della divulgazione dell’operato dell’amministrazione.

    Sapere cosa avviene in Consiglio Comunale è nell’interesse della minoranza, della maggioranza e sopratutto della Popolazione intera.

    Paolo Cocco

  15. Ciao Paolo,

    noi siamo disponibili a collaborare per continuare ad offrire questo servizio alla cittadinanza. Siamo convinti che non si debba tornare indietro rispetto a quanto realizzato per i primi tre consigli comunali.

    Riteniamo che si debba procedere alla redazione di un regolamento comunale in merito al tema delle riprese e messa online dei consigli in modo che questo servizio diventi “tradizione” della e per la comunità di Nuraminis.

    Stiamo parlando di cose possibili (considerate inutili o impossibili dai più solo fino a qualche mese fa): è necessaria però la chiara volontà politica di non ostacolare processi come questo, che sono potenzialmente capaci di avvicinare la cittadinanza alle istituzioni e favorire la trasparenza, il dibattito, il confronto e anche lo scontro ideale su temi di interesse generale.

    Noi, come detto tre mesi fa, offriamo la piena disponibilità a filmare e mettere online le sedute fino a quando il comune non sarà in grado di procedere autonomamente.

    In attesa di sviluppi, continueremo a chiedere che ci venga data la motivazione del diniego a filmare il consiglio del 31 agosto scorso, motivazione che deve essere data perché prescritto dalla legge.

    Cercheremo, poi, di riprendere a filmare e mettere online tutti i consigli comunali successivi.

    Ogni intenzione e volontà di creare sinergie (tra noi, maggioranza, minoranza, cittadini, associazioni) è bene accetta.

    Buon lavoro a tutti.

  16. Pingback: [Avvistamenti] Tremonti in riva al mare, ma l’estate sta finendo « ::Su:BarrallicCu:: [ilpopblog]

  17. Pingback: Consigli comunali on line a Nuraminis, San Sperate e Villacidro. E nel tuo Comune cosa aspettano? | ::il:PopBloG:: [subarralliccu]

  18. Pingback: La trasparenza e la coerenza | Insieme per Nuraminis e Villagreca

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...