[Nuraminis-Villagreca] Le regole valgono solo per gli altri. Primo Consiglio Comunale onLine.


Le censure uccidono la bellezza

Le regole

Tutto quello che questo blog ha scritto, detto e fatto ha avuto come minimo comune denominatore (quasi fosse un’ossessione) le regole e il loro rispetto. Ci siamo mossi sempre cercando di avere il conforto delle norme: quelle che disciplinano le attività di cava, l’accesso agli archivi, la trasparenza amministrativa, quelle che regolano gli interventi in materia di urbanistica e beni culturali.

Lo scorso 09 giugno 2010, abbiamo presentato formale richiesta al Comune di Nuraminis per essere autorizzati a riprendere la seduta inaugurale del Consiglio Comunale, la prima dopo le elezioni del 30 e 31 maggio scorsi, tenutasi l’11 giugno 2010.

La richiesta cadeva all’interno di un contesto (la passata campagna elettorale) fortemente segnato dalla presenza di questo blog, che ha, per la prima volta nella storia (di Nuraminis, sarda e non solo) ripreso integralmente tutti i comizi dei candidati, mettendoli a disposizione della cittadinanza.

Tutti i video sono stati pubblicati, integralmente, senza tagli, senza censure.

Ci è sembrato dunque naturale, all’indomani delle elezioni, chiedere alla nuova maggioranza di aprirci le porte del consiglio comunale, per proseguire il nostro lavoro anche da “Dentro il palazzo”.

Non esiste, a Nuraminis, un regolamento comunale che disciplini le riprese  audio-video dei consigli comunali. In sua assenza, la decisione di ammettere o meno le videocamere spetta al sindaco. Il quale sindaco ha concesso l’autorizzazione (avrebbe potuto non farlo?) a noi de ::Su:Barralliccu::.

Oltre le regole

Il 10 giugno, veniva richiesto un secondo nullaosta alle riprese da parte del capogruppo di una delle due minoranze (il quale capogruppo ha precisato di aver agito in veste di privato cittadino, e non a nome del suo gruppo consiliare).

Questa seconda richiesta non è stata accolta dal sindaco.

Il video che oggi vi presentiamo è stato prodotto e pubblicato nel rispetto delle norme. Qualche ora fa, invece, è stata pubblicata un’altra ripresa, effettuata senza le dovute autorizzazioni.

Perché si è voluto fare comunque le riprese senza avere la relativa autorizzazione? Si intendeva forse così affermare un diritto negato?

E’ giusto tentare di affermare un diritto violandone le regole che lo disciplinano?

Le regole vanno rispettate sempre? Oppure solo quando ci sembrano giuste? A voi la risposta.

A noi, ora e qui, non interessa aprire una polemica su questo specifico punto.

Censura?

E’ un altro l’aspetto sul quale ci preme appuntare la nostra e la vostra attenzione . Il video, pubblicato senza autorizzazione, è monco, non è integrale, è stato tagliato.

E’ stato censurato?

E indovinate in quale punto il video è monco? Proprio laddove, il leader del principale gruppo di minoranza tenta un affondo politico nei confronti della nuova maggioranza, chiedendo che gli scrutatori che il comune nominerà in futuro per le elezioni, siano scelti solo per estrazione e non più per “chiamata diretta“. Chiamata diretta per la quale è però necessaria l’unanimità del consiglio, unanimità alla quale – ha chiarito il segretario comunale- siamo stati abituati ai tempi della scorsa maggioranza, della quale lo stesso capogruppo faceva parte.

Questo passaggio, così squisitamente politico,  nel video  poi pubblicato suYoutg non c’è.

Perché ? Censura? O è finito il nastro?

Come che sia, non una, ma due regole sono state violate: non solo il video è stato ripreso senza autorizzazione, ma è stato pure tagliato/censurato, e per giunta proprio nelle parti non gradite ad uno dei gruppi del consiglio.

E ora, buona visione, anche se l’audio – a causa dell’assenza di microfoni – non è dei migliori. Ma stiamo lavorando, in modo che i video dei futuri consigli comunali che vogliamo riprendere, possano avere una qualità superiore a quelli che abbiamo pubblicato in occasione della scorsa campagna elettorale.

8 thoughts on “[Nuraminis-Villagreca] Le regole valgono solo per gli altri. Primo Consiglio Comunale onLine.

  1. Chiariamo un po’ di cose che forse è meglio.
    La prima è che NESSUNO ha tagliato/censurato nulla; semplicemente si è trattato di un problema dovuto alle norme di funzionamento di Ustream. Difatti , come si può leggere qui (http://helpcenter.ustream.tv/content/limits-viewers-and-recorded-video) le norme di Ustream dicono che: “Ustream allows you to broadcast to as many viewers as you’d like. You can also have an unlimited number of recorded videos and a maximum record time of 3 hours. The retention time for videos is not limited.” Ovvero si possono realizzare un numero di video illimitati ENTRO la durata di tre ore. La qual cosa vuol dire che posso realizzare un video anche di tre ore. Quello che non hanno specificato è che LA DURATA MASSIMA di un video è 50 minuti, proprio dove si è interrotto il video. Questo non era specificato nelle condizioni di utilizzo e quindi non potevo saperlo. Ci è voluta una segnalazione per farmene accorgere in quanto, avendo monitorato il caricamento usando lo streaming chi andava ad immaginare che Ustream tagliasse (senza nessun avviso) il video dopo la soglia di 50 minuti. Comunque, nel momento in cui mi sono reso conto di questo problema, ho tolto immediatamente il video ed ho provveduto a ricaricarlo (col medesimo risultato). Nel frattempo mi è arrivata una mail da un collega utilizzatore con la spiegazione dell’arcano.
    Quindi, nel momento in cui chiarirò la questione con la nuova Amministrazione mi basterà divididere il video in due parti e si ha il video integrale.
    Egregio Salice Giampaolo hai fatto una tempesta in un bicchiere d’acqua e lo hai fatto in assoluta malafede sfruttando un problema casuale dovuto a condizioni di utilizzo di un servizio non chiare per creare un caso di “censura”, di regole violate et similia.
    Perchè invece non andiamo a vedere che razza di prodotto hai messo in rete: un audio quasi inesistente in cui si sentono più le voci in sottofondo che degli attori del Consiglio, sensazionale è l’inesistenza dell’audio negli interventi di Alex Sanna (potevi almeno mettere i sottotitoli). Siamo seri: non puoi candidarti a fornire il know-how tecnologico all’Amministrazione comunale se non sei in grado di riprendere l’audio con i tuoi mezzi e dipendi sempre dai mezzi altrui senza i quali naufraghi miseramente come in questo caso. Penso, infatti che questo post che insulta l’integrità e la buona fede di parecchie persone oltre me, insulti che ti servono unicamente per “creare” un caso che in realtà non esiste per mascherare la tua pochezza dal punto di vista tecnico che, una volta resa palese ti precluderebbe le strade che ti sei prefisso di percorrere.
    Comunque il master definitivo del video che ho realizzato è SEMPRE a disposizione di chiunque voglia verificare se mai è stato fatto un taglio/censura, inoltre il creation date dimostra che non sono state fatte modifiche a posteriori ma si è trattato di un problema dovuto a Ustream.
    Per quanto riguarda chi può riprendere ed in base a quale legge ci si deve basare, mi informo e poi torno sull’argomento.
    A proposito: ripassati la normativa sulla privacy e sulle liberatorie per le riprese televisive, ne avrai bisogno tra breve.
    Senza nessuna stima.
    Giorgio Ghiglieri

  2. Ciao,
    La “razza” del prodotto messo in rete è bassa. Lo abbiamo detto. Come quella di tutti i comizi che abbiamo pubblicato. Ma l’audio. almeno, non è fuori-sincrono. Noi non abbiamo i mezzi dei professionisti.
    Però il documento è integro, e prima di fare quello che abbiamo fatto, ci siamo informati su tutto, anche sui servizi di hosting che avrebbero dovuto accogliere i nostri video.
    E lo abbiamo fatto pur non essendo giornalisti, pur non essendo professionisti, cameramen, registi o “rappresentati della libera informazione”.
    La stessa Youtg nel quale pubblichi dice che la qualità tecnica dei video non è importante: è importante il racconto, il documento. La sua integrità.
    E, l’avere offerto il servizio nel rispetto delle autorizzazioni.
    Il termine censura l’abbiamo fatto seguire ad un punto interrogativo.
    Nessuna certezza, dubbio legittimo, nulla di personale.
    Le personalizzazioni non ci interessano, nè ci sfiorano.
    I tassi di stima personale ci interessano come l’ultima edizione dell’isola dei famosi. Zero.

  3. Salice, sei tu fuori sincrono. Evidentemente usi pc con processori Bronotsaur III che non ti permettono di avere il corretto sync. Pensa piuttosto al tuo audio che (forse) sarà in sync ma non si capisce nulla….
    Il video che ho realizzato è integro. E’ stato un problema di Ustream che è stato risolto. Ora è nelle condizioni in cui è stato trasferito originariamente, ovvero senea quelli che tu (per salvare la faccia col tuo prodotto dozzinale ed inascoltabile) hai definito “tagliato/censurato, e per giunta proprio nelle parti non gradite ad uno dei gruppi del consiglio”.
    Ora, se i diretti accusati avranno voglia di risponderti, questi saranno affari loro e non miei.
    Io ti rispondo in quanto tirato in ballo ed accusato in maniera infamante di aver censurato o tagliato intezionalmente il video.
    Sei in malafede e sai di esserlo e devi esserlo perchè se qualcuno dimostra che non sei in grado di dare il servizio che dici di poter dare (l’audio parla da sè) tu non vai da nessuna parte e perdi la possibilità di avere l’esclusiva dell’informazione a Nuraminis (non che la cosa mi importi più di tanto).
    Diciamocela tutta: sei un dilettante e senza mezzi, finiscila di affermare che conta più l’essenza della forma. Stai mentendo sapendo di mentire, se mostri un filmato con tre movimenti camera (per giunta con uno zoom “della mutua”) ed un audio da “sfera di cristallo”, dove vorresti andare facendo cosa?
    Sprofondi nel ridicolo e basta, fai cose da preistoria del web. Non cose che potresti proporre ad un’Amministrazione: se ti dessero retta li faresti sprofondare nel ridicolo.
    Personalmente non mi frega assolutamente nulla di riprendere le sedute del Consiglio Comunale di Nuraminis, ho accettato di farlo perchè richiestomi da YouTG.
    Su come dovrebbe (potrebbe) fare l’Amministrazione per quanto riguarda le riprese dei Consigli Comunali fai pure le tue proposte, io farò le mie che (oltre al progetto della struttura tecnica) saranno comprensive di insegnamenti tecnici (aggratis) per gli operatori che dovranno (vorranno) gestire il servizio (poi magari si riesce a creare qualche posto di lavoro o qualche opportunità lavorativa). Il tutto con standard professionali.
    Proponi (e fai) di meglio (se ci riesci)…..
    Giorgio Ghiglieri
    Giusto per far capire chi

  4. Tornano le accuse di malafede. E’ un vizio, che non si perde.
    Comunque, noi abbiamo posto due questioni.
    UNO. Riprese realizzate e pubblicate senza autorizzazione
    DUE. Video monco. Su questo secondo punto abbiamo capito che non si è trattata di censura. Se il dubbio è sorto (dubio e non certezza, come stabilito dai nostri punti interrogativi) è solo perchè mancava proprio il passaggio più politico dell’intero consiglio. E perchè, visto che a fare il video era un professionista (e noi dei dilettanti allo sbaraglio come siamo noi) non ci è passato manco per l’anticamera del cervello che potesse “essere finita la cassetta” o che non fosse stato fatto un controllo certosino del filmato da pubblicare, prima della sua pubblicazione.
    Tutto qui. Nessuna tempesta e nessuna malafede.
    Chi vuole pensare diversamente è libero di farlo e non condurremo alcuna battaglia per far cambiare idea a chi chesia.

    Una sola cosa: tutti questi cavalieri del rispetto che sono pronti alla battaglia adesso, dove accidenti erano quando venivano addittati come “falliti, incompetenti, presuntuosi, dilettanti, faziosi, arrufapopolo” e chi più ne ha più ne metta.
    Più che argomenti, i loro, sono interruttori.

  5. Bastava una semplice segnalazione, invece avete ricamato un titolo dal significato emblematico, per scoprire poi che lo stesso titolo non aveva nessuna attinenza con quanto accaduto. Ci vuole tatto e buon senso e se si sbaglia si chiede scusa e si rettifica. Possiamo tutti insieme rendere il paese migliore e non è certo cosi che si raggiunge l’obiettivo, invece di unire le forze cadiamo nella trappola dell’invidia che da sempre caratterizza il nostro paese e la nostra terra.
    Ho apprezzato la vostra iniziativa e il vostro impegno, ma va tutelato, rispettato e apprezzato, allo stesso modo, anche l’impegno di quelle persone, come Giorgio, che hanno deciso di mettere a disposizione il loro tempo e la loro cultura per una nobile causa.

    DOBBIAMO CAMBIARE!!!

    Giorgio Manca

  6. ma c’è bisogno di fare tutte queste sceneggiate??? offendendosi tra l’ altro su chi è in grado di fare un buon video e chi no….bah…cmq, secondo me, sarebbe stato più corretto dare l’ autorizzazione ad entrambi in attesa della stesura del regolamento comunale che disciplina tale materia! poi, x quanto riguarda le tessere di partito, preferisco non commentare..piuttosto sono ancora in attesa di chiarimenti, da parte del sindaco, x quello ke ho scritto nel post dello spoglio delle comunali..mi sa ke invecchierò in attesa di suoi chiarimenti. non ke m’ interessi (xke ormai non si può + far nulla)… tanto non è l’ abito ke fa il monaco, ma ciò ke c’è sotto!!!! e mi mordo la lingua x non aggiungere atro…
    ciao

  7. Ciao a tutti!! :)
    Manco dalla bidda da 12 anni…. e da continentale…. quello che posso dire è che spero che questo nuovo gruppo per far tacere le male lingue FACCIA….. Quello che parla sono i fatti…. un saluto a tutti!

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...