[Nuraminis-Villagreca] Un tentativo di analisi del voto.


Proviamo a fare una piccola analisi del voto delle amministrative appena celebrate. La lista n°3 guidata da Stefano Anni ha vinto le elezioni con 910 voti, doppiando entrambe le liste concorrenti. Una vittoria netta e indiscutibile, con una maggioranza assoluta.

Tuttavia, la somma dei voti presi dalle due liste “di sinistra” è di 900 voti. Lo schieramento di “destra” supera quello di “sinistra” con uno scarto di soli 10 voti.

È questo un dato sul quale riflettere. In particolare, se si considera che

1. nella lista vincitrice c’era uno dei medici di base della comunità (che ha raccolto un numero altissimo di preferenze personali), vero asso nella manica di Anni

2. la lista n°3 si presentava come la vera alternativa all’amministrazione uscente, sulla quale pesava un giudizio largamente negativo da parte della pubblica opinione e rispetto alla quale gli stessi candidati della lista n° 1 e 2 (eredi dell’amm. uscente) hanno faticosamente tentato di marcare una differenza e una discontinuità, senza mai riuscirci del tutto.

Su tutto ciò poi troneggiano i 100 voti tra annullati e bianchi, che, comunque, indicano la presenza di una quota non irrilevante di elettori che non si sono riconosciuti in nessuna delle offerte politiche in campo. A questi vanno aggiunti coloro che a votare non ci sono andati per nulla (che sono il 6% in più di 5 anni fa).

Il paese, dunque, come cinque anni fa, è spaccato in due come una mela, con una consistente minoranza di insoddisfatti che non vota o vota scheda bianca e nulla.

Il risultato finale è stato, dunque, in larga parte determinato dalla divisione in due tronconi della “sinistra” (che ha dimostrato per l’ennesima volta di non saper imparare dalle lezioni del passato) e dal fatto che la lista n° 1 non sia riuscita a scalfire l’egemonia della lista n° 3 presso l’elettorato di “destra”.

Questa “sinistra” dovrebbe fare una profonda analisi di se stessa e rimettersi radicalmente in discussione, per provare ad essere più credibile, meno ideologica e meno settaria.

Nonostante, dunque, la nettissima vittoria della lista n°3, la forza elettorale dei due tronconi (destra e sinistra) è rimasta identica al passato. Non è stata cioè stesa alcuna ipoteca sul futuro della comunità (come paventato da qualcuno) e il lavoro che verrà fatto da parte di tutti (maggioranza e opposizioni) nei prossimi cinque anni, sarà il vero e solo ago della bilancia per una partita che, come in passato, resta apertissima.

p.s.

A scanso di equivoci, lo ripetiamo. La vittoria della lista numero 3 è nettissima, chiara, limpida, senza discussioni. Questo post è il tentativo di analizzare un voto che abbiamo seguito da molto vicino e non ha assolutamente nessuna intenzione di sminuire la portata del risultato elettorale. Meglio precisare, perché ve ne inventate di tutti i colori.

Advertisements

26 thoughts on “[Nuraminis-Villagreca] Un tentativo di analisi del voto.

  1. Ciao Jemp, sono Alex.
    Vorrei fare insieme a te una analisi del voto e condividerla con tutti i lettori:
    Il risultato delle urne è una vittoria personale mia e di Antonello perchè è esattamente quello che abbiamo cercato di far capire nella sezione del PD sino a quando non ci hanno costretto ad andare via; la nostra considerazione era:
    5 anni fa abbiamo vinto le elezioni per 13 voti, 160 dei quali presi da me ed Antonello e sicuramente tra questi molti non erano voti di “sinistra” ma arrivati grazie a noi.
    Nelle ultime consultazioni regionali ha vinto il “centro-destra”, la tendenza generale era quella del voto al centro-destra, noi da amministrazione uscente eravamo criticati e di conseguenza era quasi scontata la vittoria di Steano Anni anche con le due liste.
    Come provare a contrastare la lista di Stefano che contava poi anche della presenza della macchina da guerra Dott. Atzeni?
    Sfruttando il malcontento generale degli elettori dell UDC che addirittura vedevano schierato a sinistra in molti comuni io e Antonello abbiamo proposto in sezione di trovare un candidato sindaco
    ” moderato” di area centrista che ci permetteva di inserire in lista alcuni nomi forti non di sinistra che altrimenti non avrebbero accettato la candidatura con un sindaco “rosso”.
    Infatti è vero che la somma dei voti miei e di Paolo ci porta a soli 10 voti da Stefano ma è anche vero che se non ci fosse stata la mia lista i 106 voti presi da Gianni Tocco, Andrea Cocco, Roberto Atzori e Carlo Cappai sarebbero andati a Stefano piu almeno la metà dei 125 voti presi da me ed Antonello.
    Ne consegue che senza la mia lista Stefano Anni avrebbe preso circa 170 voti in più portandosi quasi a 1100 che sarebbero stati ben 400 in piu dei 700 restanti alla lista di “centro-sinistra”.
    Visto che 5 anni fa l’ingresso mio e di Antonello aveva permesso di togliere una vittoria quasi scontata a Maria Efisia ora ci avrebbero dovuto ascoltare e condividere il nostro ragionamento.
    Invece hanno preferito rimembrare antiche abitudini e modi di fare politica dove si andava avanti per “partito preso” colore e famiglia. Ma non si sono accorti che il tempo è passato e il risultato è sotto gli occhi di tutti. CON UN SINDACO “CENTRISTA” E I 4 CANDIDATI MODERATI IN LISTA AVREMMO VINTO LE ELEZIONI ANCHE CONTRO DOTT. ATZENI!!!!
    Ma a sinistra sono abituati così, o come dicono loro o come dicono loro. Svegliatevi, il tempo passa!!

  2. ah… ora si fanno le analisi ? no t’inci scappa prusu s’arrisu!?

    chi ha perso, farebbe bene a farsi un esame di coscienza, se la sinistra ha perso è colpa di entrambe le liste (che mi ricordano tanto la pseudosinistra nazionale)!!!!

    Se Anni ha vinto è merito suo e dei suoi candidati, la politica è anche saper proporre persone che portano voti alla propria lista, la politica è asfaltare le strade o consegnare virtualmente le case della cementeria, a pochi giorni dalle elezioni.
    La politica è anche criticare il tuo vecchio alleato (i video ne sono la prova), quando fino a 3 mesi prima delle elezioni ci andavi a bracceto….

    ora vediamo se chi ha perso si farà in 4 per aprire il parchetto!!!

  3. Alex, lasciami dire che la tua analisi mi convince fino ad un certo punto.

    In primo luogo perché le ricostruzioni che tendono a rovesciare completamente sull’altra parte le responsabilità su quanto accaduto non mi convincono, né quando vengono da una parte, né quando vengono dall’altra.

    Probabilmente, come si suol dire, la verità sta nel mezzo, un “mezzo” che si è determinato a causa dei personalismi, degli ideologismi e delle chiusure settarie che hanno caratterizzato tutti i cinque anni della ormai ex amministrazione comunale. Salvo tentativi di redenzione in “zona cesarini”, che lasciano il tempo che trovano.
    Lo sai, perché ne abbiamo parlato di persona, che se un tema politico “divisivo” c’era (e c’era) esso andava posto subito e non un mese prima delle elezioni.

    Mi riferisco, poi, anche a questo blog, patentemente “ignorato” per 5 anni da chi amministrava il paese.

    Personalmente, e sottolineano personalmente, il moderatismo italiano non solo non è qualcosa di auspicabile, ma costituisce storicamente uno dei problemi maggiori della nostra classe politica (nazionale e locale).
    Votare un candidato “moderato” cosa vuol dire?
    Io vorrei votare un candidato bravo, competente, capace, aperto al dibattito anche quando questo è acceso e aperto sempre, non solo in campagna elettorale. Vorrei votare persone che dicono quello che fanno e fanno quello che dicono.

    Poco importa se poi questo ipotetico candidato è di destra o di sinistra o, come dici tu, moderato.
    Perché certe etichette mi pare servano solo a chi le usa per intruppare chi lo sostiene.

    Non sto dicendo che gli ideali della sinistra o quelli della destra siano spazzatura; dico che è proprio sulla base di quegli stessi ideali che le persone, in quanto intelligenti, sono capaci di fare delle scelte politiche e di schieramento anche diverse da quelle che sono le loro convinzioni “di partito”, proprio perché scelgono (sopratutto per le comunali) di dare fiducia ad una persona, ad un gruppo di persone, ad un’idea di comunità e non alla direttiva della segreteria del partito o alla loro convinzione partitica nazionale.

    Sta in questo, secondo me, la specialità delle elezioni comunali, rispetto a tutte le altre.

    Credo che la “sinistra”, moderata o massimalista che sia (scusate ma il termine “radicale” indica tutta un’altra storia) debba aprire un serio dibattito, e non solo al suo interno, ma col mondo delle associazioni, con la “società civile” e con le persone che non giudicano in base all’appartenenza di partito, ma valutando i progetti e le idee per quello che sono.

    Le sconfitte, anche le più cocenti, possono costituire la spinta per voltare pagina.
    Noi lo auspichiamo.

    giampaolo

  4. wnuraminis se le analisi non ti interessano puoi sempre leggere altri blog.
    oppure ci vuoi dire di cosa dobbiamo parlare?

  5. Jemp io in parte condivido.
    La mia sconfitta, che prima ho analizzato come una vittoria ideologica, sicuramente dimostra comunque che si ragiona molto per “partito preso” ed è difficilissimo far cambiare idea agli elettori, un pò come un “credo” una “fede” del tipo sei nato interista e morrai interista. Cosi la politica. quando parlo di “moderatismo” sai che mi riferisco a quella fetta di elettorato che non si identifica perennemente negli ideali di destra o sinistra ma fanno da ago della bilancia.Sono quelli che detrminano sempre la vittoria dell uno piuttosto che dell altro.
    NON ho certo detto che Stefano ha vinto per merito mio!!! Ho solo detto che il modo per provare a contrastarlo c’era e non hanno nemmeno voluto prenderlo in considerazione.Sono fiducioso e auspico che chi ha vinto faccia un buon lavoro. Ho già detto loro che qualora si veriicassero le condizioni sono pronto a collaborare per il bene del paese.

  6. la candidatura del medico di famiglia è lecita ma eticamente scorretta.
    Per competere contro il medico di famiglia non basterebbe candidare il prete del paese.
    Il vero sindaco è lui.

  7. Non sono d’accordo. Credo che il sindaco sia chi è stato votato per esserlo.
    Punto e basta.

    E credo che un medico abbia tutto il diritto a candidarsi e che questa candidatura con l’etica non abbia nulla a che fare.

    Il punto è che se la politica non è radicata tra la gente, ma resta chiusa nel palazzo, finisce che le elezioni le vince chi invece quel radicamento ce l’ha. Può essere un medico, o chi vi pare.

    Bisogna cambiare, fare politica in mezzo alla gente, non continuare a fare polemiche sull’etica (in particolare se lo si fa in maniera anonima).

  8. Ciao Alex, anche io condivido solo in parte la tua analisi.
    Anch’io credo che la presenza di un’unica lista a sinistra avrebbe dato alle consultazioni comunali risvolti meno certi, ma l’assenza della tua lista a parer mio non avrebbe comportato necessariamente quel +170 alla lista di Stefano di cui tu parli.

    In presenza di una lista unica a sinistra e senza candidati “moderati”, sarebbe stato possibile un testa a testa tra le due liste di cd e cs, perchè al di là della somma dei voti tuoi e di Paolo, sarebbero entrati in gioco fattori che influenzano diversamente gli elettori, come il non poter saltare sul carro dei vincitori (non essendoci vittorie preannunciate) o come la non convenienza della dispersione del voto (che è più probabile se si attribuisce al proprio voto una minima capacità di influire sul risultato finale, come avveniva quest’anno : la vittoria di Anni, grazie anche alla presenza di Atzeni, era appunto, annunciata).

    Invece, la presenza di un candidato sindaco moderato, sono certa, avrebbe eroso parte dell’elettorato “rosso”, chiamiamolo “storico”, che avrà certo, come dice jemp, le capacità per discernere tra fiducia al partito e fiducia alla persona, ma che difficilmente dentro l’urna riuscirà a fare in modo che tale capacità incida sulla decisione finale. Insomma, avreste perso voti ugualmente, anche con i candidati e il sindaco moderati. Non credo quindi che la tua soluzione dell’ “allargamento” al centro del consenso avrebbe avuto successo.

    Infine, mi permetto di far notare come la presenza del sindaco uscente nella campagna elettorale di Paolo, abbia inciso in modo negativo sul risultato di quest’ultimo, riproponendo l’immagine della vecchia amministrazione in modo costante, e quindi delle promesse mancate e dei risultati che, anche quando raggiunti, non sono stati pubblicizzati doverosamente dalla vecchia amministrazione.

    Irene

  9. gmxten=Giorgio Manca

    Certo che esiste l’etica in politica, quella candidatura è eticamente scorretta, sia perchè è il medico di famiglia, sia perchè esiste un conflitto di interessi enorme.

  10. permettetemi di presentarmi visto che è la prima volta che lascio un commento su questo blog:
    sono laarsturms, non quello di porsena, ma quello nato e cresciuto a Nuraminis seppur con vari anni di permanenza fuori dal paese. Sono quindi un semplice cittadino nuraminese che ha espresso il proprio voto neutrale, non politico, sulla base non solo degli ultimi 5 disastrosi anni di amministrazione comunale, ma anche e sopratutto sull’esperienza maturata e sulla consapevolezza che la nostra comunità non ha ancora raggiunto un livello di maturità tale da consentirgli di raggrupparsi e creare veramente una forza capace di interpretare quelli che sono i problemi principali e le urgenze prioritarie da affrontare nell’immediato, lasciando da parte invidie, screzi e discordanze politiche che non cavano un ragno dal buco… La prosopopea con cui si tentano di fare alcune analisi ne è l’esempio più lampante!!
    Tanto più che la presunzione di alcuni candidati e la loro onnipotente convinzione di poter cambiare il mondo da soli mi lascia veramente basito. Pertanto finchè ci si domanderà ancora perchè o percome un certo schieramento abbia potuto avere il sopravvento sull’altro e sopratutto perchè certi candidati abbiano “scorrettamente” partecipato alla campagna elettorale, ecco, allora, non mi stupisce più il rafforzamento della percezione e della reazione cognitiva sull’identità anonima di quelli che dovrebbero essere i nostri bravi amministratori. Pertanto per concludere dico: vincitori e vinti, fate un analisi su voi stessi e rapportatevi oggettivamente a tutto cio che vi circonda e vedrete che in futuro i risultati arriveranno………
    f.

  11. Alex ti ricordo che 5 anni fa la presenza tua e di Antonello non hanno reso scontata la vittoria di Maria Efisia visto che si è combattuto fino alla fine e la differenza di voti era minima…comunque sei proprio sicuro che con la presenza di un sindaco centrista e 4 candidati moderati avreste vinto le elezioni?non è possibile che, forse, quello che non andava bene era proprio il “sindaco centrista” cioè tu?

  12. Da cittadino elettore leggo con stupore l analisi del voto fatta dal terzo classificato.
    Dopo una sconfitta personale cosi netta e schiacciante mi sarei aspettato una seria
    riflessione e presa d atto della sconfitta.Sconfitta che non lascia adito a nessun dubbio.
    Il paese ha detto no ,un no a mio avviso abbastanza forte e chiaro che dice che i tempi dei giochetti democristiani sono ormai storia.
    Mi sembra di leggere l analisi di un vecchio democristiano che in puro stile doroteo invece
    di riconoscere la propria sconfitta (in questo caso un autentico capotto) cerca con
    una logica tutta personale di ridistribuire i voti a suo personale uso e consumo,come se
    l elettore fosse una pedina da piazzare a proprio piacemento qua e la’ a seconda dei propri
    desiderata.

    Il ragionamento si spinge addiritura ad ipotizzare una vittoria con la propria candidatura in
    un eventuale unica lista di cosiddetta sinistra (scusate ma mi riesce difficile definire di sinistra
    il sindaco e l amministrazione uscente).Scusa la franchezza ma cio’ dimostra non solo la pochezza
    politica del candidato ma la profonda ignoranza sull elettorato Nuraminese nella sua totalita.

  13. perdullari, uposk, aarsturms…finalmente qualche post più realistico rispetto ai precedenti… qua la gente fa le analisi sui se e sui ma… se ci fossero state due liste chissà come sarebbe andata a finire… che le persone stiano perdendo la fiducia nella politica e che l’elettorato nuraminese sia spaccato in due lo sanno pure i muri, mi sembra inutile fare supposizioni su candidati di centro, un pò più a sinistra o a destra… la realtà è data dal risultato delle elezioni!

    chi ha vinto e chi ha perso dovrebbe pensare a lavorare per il benessere della comunità!

  14. Ciao ragazzi,sono Alex.
    Vorrei essere più chiaro :
    -Ho detto che cinque anni fa la presenza mia e di Antonello HA IMPEDITO UNA VITTORIA QUASI SCONTATA A MARIA EFISIA !! ( è ifatti inutile negare che buona parte dei nostri 160 voti sarebbero andati al centro-destra senza la nostra presenza nella lista di centro-sinistra)
    -Ho detto che la sconitta è di tutto il centro-sinistra ;certo anche mia personale ma se pensate che non avevo alle spalle nessun “zoccolo duro” di un partito, se pensate che abbiamo fatto la lista in un mese e se pensate che comunque pagavo lo “scotto” di amministratore uscente credo comunque che i circa 350 voti non siano pochi ma soprattutto non sono pochi i 90 presi da me in testa che paragonati ai 150 presi da Stefano ( con i suoi 910 totali) sono in proporzione molti di più.
    -La conclusione ragazzi secondo me è che la “sinistra” i generale deve cambiare rotta altrimenti non si amministrerà più e lasceremo in mano a “SILVIO ED I SUOI DISCEPOLI” le sorti dei nostri PAESI!!
    POLITICAMENTE ABBIAMO FATTO LO STESSO ERRORE CHE SI è FATTO CON RENATO SORU: LA DESTRA NON LO AVREBBE BATTUTO ED ALLORA CI HA PENSATO LA SINISTRA, PERCHè LUI è STATO L’UNICO CHE HA PROVATO A FARE CIò CHE LA GENTE CHIEDEVA DA SEMPRE, CIò CHE I POLITICI PROMETTEVANO DA SEMPRE MA CHE IN REALTà NESSUNO AVEVA MAI AVUTO IL CORAGGIO DI FARE.
    DOBBIAMO PRENDERE ESEMPIO DALLA PUGLIA CHE HA RICONFERMATO IL SUO PRESIDENTE IN BARBA AI PARTITI SORICI DELLA SINISTRA ED IN BARBA ALLO STESSO D’ALEMA CHE, NONOSTANTE PUGLIESE E POLITICO”DOC” DELLA SINISTRA NON è STATO ASCOLTATO.
    A SINISTRA ABBIAMO BISOGNO DI GENTE COME VENDOLA, COME RENATO.
    Questo ovviamente è il mio modestissimo punto di vista.
    Poi se il problema per la sinistra ero io ……..ne prendo atto. La differenza tra me e tanti di loro è che io non odio nessuno e non ho problemi a lavorare ed interagire con nessuno. Molti di loro mi odiano senza neanche conoscere la mia voce. Ciao a tutti e sorridete che la vita pria o poi sorride a tutti!!

  15. Alex,

    Credo che usare parole forti come odio sia un’ esagerazione.
    Io sono solo il portavoce di me stesso e ti posso assicurare
    che il mio post e’ rivolto al candidato Alex e non certamente alla
    persona che non conosco personalmente.Non c’e’ nessun motivo
    per cui dovrei odiarti.Lo stesso vale per gli altri due candidati.

    Capisco la tua delusione pero ti invito ad accettare il verdetto delle urne e
    ad analizzare il risultato elettorale a mente fredda.

    p.s Se ti va stasera possiamo berci una biretta assieme e parlare di tutto
    ed il contrario di tutto.

  16. @ perdullari:
    OK grazie per l’invito!! così i toni vanno alla grande!!
    NO al disagio sociale SI al dialogo. Sempre e comunque!
    Io ho accettato tranquillamente la sconfitta, era prevedibile.Non mi aspettavo di queste proporzioni e non mi vergogno a dirlo, ma ciò che conta è che tutti ci mettiamo a collaborare per il bene del paese!!
    p.s. oggi non posso per la birra ma domani sera molto volentieri! dammi i tuoi contatti o dimmi chi sei. Ciao Alex

  17. caro listacivicapernuraminisevillagrecalistan1 mi pare che tu non abbia francamente ancora capito un’acca di ciò che ti circonda, perlomeno a Nuraminis!!! Ti sei inabissato nell’analisi di un’oceano così denso che nemmeno la formula più sofisticata riuscirebbe a rivelarne la composizione; Ma ti vuoi svegliare!!!!!!!!!!!!!!! Ma credi veramente che i nuraminesi siano così deficienti da farsi infinocchiare da un paio di conpaesani che da un giorno all’altro decidono di dare una svolta alla comunità partendo da basi infondate e sopratutto , com’è chiaro a tutti, da interessi più che altro personali? Onestamente, senza essere troppo duro, anche se credo di poterne avere tutti i diritti, credo che dovresti frequentare un po più la gente del paese in cui vivi e confrontarti sulla vera realtà delle cose, forse solo cosi riuscirai a trovare una giusta collocazione e magari a trovare il tuo giusto spazio nella vita politica ed amministrativa del paese

  18. Caro laarsturms sono andrea cocco..in primo luogo il tuo sembra un cieco attacco al personaggio alex e non al candidato in se stesso; in secondo luogo gradirei sapere da quali presupposti hai tratto le conclusioni del nostro “infinocchiamento alla gente” (FORSE E’ STATO QUALCUN’ ALTRO AD INFINOCCHIARE I MIEI PARENTI DICENDO BUGIE, DAI UNO SGUARDO AL COMMENTO KE HO LASCIATO NEL POST DELLO SPOGLIO DELLE SCHEDE); infine se hai le prove dei nostri fantomatici interessi personali, portale fuori altrimenti faresti + bella figura a non aprire la bocca a sproposito solo xke una persona ti sta poco simpatica.
    ciao andrea…

  19. Caro andrea cocco,
    Vorrei fare insieme a te una analisi del voto e condividerla con tutti i lettori:
    Il risultato delle urne è una vittoria personale mia e di Antonello perchè è esattamente quello che abbiamo cercato di far capire nella sezione del PD sino a quando non ci hanno costretto ad andare via; la nostra considerazione era:
    5 anni fa abbiamo vinto le elezioni per 13 voti, 160 dei quali presi da me ed Antonello e sicuramente tra questi molti non erano voti di “sinistra” ma arrivati grazie a noi.
    Queste sono le dichiarazioni del candidato della lista n° 1.
    Ora, se è vero che la leadership di questo candidato fosse stata così forte come lui stesso sosteneva, e se la propria abilità nel guadagnare i consensi dell’elettorato si fosse rivelata tale, probabilmente il risultato delle elezioni sarebbe stato tutt’altro. Ma la realtà, aimè, ha avuto ben altro decorso….
    Per quanto riguarda antipatie o simpatie ti posso dire che ti sbagli di grosso; vedi, io sono un semplice cittadino che vive a nuraminis da tempo e che conosce le vicende del proprio paese e sopratutto le vicissitudini politiche, e ti posso tranquillamente dire, esprimendo il mio personalissimo e modestissimo parere- sempre se posso -che certi giochini che forse un tempo potevano anche funzionare ora, purtroppo, non hanno più lunga vita o comunque durano poco.
    Di sicuro non starò qui ad elencarteli ma sono convinto che, essendo tu un ragazzo intelligente, ti potrai informare e venirne a conoscenza da solo, sempre che tu ne abbia il piacere….
    Per il momento ti saluto e ti auguro di avere successo nella vita

  20. vedi così si comincia a ragionare. a me ha dato fastidio il fatto ke tu abbia detto ke tutti noi avevamo degli interessi personali. sai bene anke tu ke in qualke altra lista c’ erano personaggi ke avevano interessi personali evidentissimi (E TRA POCO VEDREMO I RISVOLTI PRATICI DI QUESTI INTERESSI, GIA’ L’ ASSESSORATO KE GLI E’ STATO ASSEGNATO PARLA DA SOLO!!) e il fatto ke tu ti sia scagliato ciecamente solo contro di noi mi ha dato un po fastidio. tutto qua!! io ora ti sto parlando a titolo puramente personale e ti posso garantire ke non avevo alcun tipo di interesse personale od economico, anke xke i miei genitori mi hanno sempre insegnato a guadagnarmele le cose e non a in…….finocchiare il prossimo. x quanto riguarda i “giochetti politici” e le vicessitudini della nostra comunità stai tranquillo ke sono informato e mi interesso sempre di queste cose.
    ciao

  21. laarsturms ke fine hai fatto???? tra poco inizieranno i fuochi d’ artificio e riparleremo di certi argomenti….ce ne sono un paio freschi freschi su cui ci sarà da divertirsi…non vedo l’ ora!!!! ciaooooooo

  22. Si sono sempre presente solo che a me i fuochi d’artificio a cui tu alludi non mi scalfiscono minimamente. Vedi io ho già la mia modesta posizione e non me ne può fregar di meno di ciò che accade in bidda, figuriamoci se mi frega dei risvolti comunali…. sto a guardare………..

  23. come non ti scalfiscono minimamente? come non ti interessa di ciò ke accade in paese?? mi lasci senza parole. a me sarebbe piaciuto anke un tuo commento sugli interessi personali della persona di cui stavamo parlando!! xke fai orecchie da mercante? E’ innegabile, è sotto gli occhi di tutti e, alla luce di tutto ciò, il tuo sembra ancora di più un attacco nei confronti di alex e di tutti noi e basta! nessuno ti nega di prendere una posizione, ci mancherebbe, xo almeno sii obiettivo altrimenti sono semplicemente sterili polemiche. a me sarebbe piaciuto anke un tuo commento su quello ke ho scritto sul post dello spoglio delle schede xo, a quanto pare, non ti va quando ti toccano ” su strexiu de domu”. ciao

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...