[Furtei] Beviamoci un bel bicchiere di veleno. Alla salute.


Furtei. Un lago di cianuro tutto per te.

Un vecchio ci ha parlato, mentre sorseggiava un bicchiere di veleno. Nei suoi occhi, tra le sue rughe profonde, tra le sue mani antiche e indurite c’era tutta la Sardegna, tutta l’immagine poetica, mitica, cruda e vigliacca che ne possiamo avere. Noi che ci viviamo ancora, noi che ce ne siamo andati, mandandola a quel paese (il nostro paese).

L’immagine che ci siamo lasciati dietro è quella di questo vecchio, che rideva sarcastico (un riso sardonico) mentre ingurgitava il suo bicchere di cianuro, colto (come fosse un fiore fatale) da quel prato d’acqua avvelenata che giace nel ventre delle terre di Furtei, incombendo su tutte le falde acquifere del Campidano meridionale e perfino sulla capitale di questo benedetto ex Regno di Sardegna.

Forse faremmo bene ad andarcene tutti da una terra così. Che non fa nulla davanti ad un pericolo così vivido e imminente, che minaccia i propri figli, la propria intimità familiare, la propria vita, le proprie imprese, i propri profitti.

La mobilitazione organizzata mesi fa da questo blog non è servita a nulla. Oggi quella vertenza si è trasformata in un mero problema occupazionale, come ce ne sono altri mille. Tuttavia, solo e solamente la questione ambientale e il pericolo che un lago di veleno si riversi sulle nostre teste, rende la vicenda di Furtei diversa da tutte le altre questioni esistenti. Ridurre questa gravità velenosa all’ennesima questione occupazione costituisce (anche in termine di comunicazione) un errore strategico e clamoroso, che rende questa questione come tutte le altre (Alcola, Profer System ecc ecc) e che costruisce l’indifferenza della cittadinanza per la sua soluzione.

Questo perché ci sono milioni di persone in Italia che hanno un lavoro precario, che non hanno nemmeno diritto a cassa integrazione. Poche persone però sulle quali incombe un lago di veleno pronto a piombargli addosso, appena se ne dovesse presentare l’occasione.

Mia cara Sarda Regione Autonoma. Dove sei? A noi non ci serve un’altra cassa integrazione, non ci basta. Ci serve una bonifica integrale e definitiva del sito.

Che ne dici? Riesci a mettere in sicurezza i figli dei tuoi elettori?

* * * rassegna stampa ***

Furtei, arsenico e cianuro in libertà: si rischia la catastrofe ambientale

Furtei, Sardinia Gold Mining: Angioni: “C’è l’impegno della Giunta”

Prosegue occupazione Regione operari miniera di Furtei.

Quarantadue operai sulla strada – Sono i dipendenti dell’ex Sgm: la cassa integrazione è scaduta

Furtei. I minatori occupano la Regione.

Azione Giovani Villacidro verso “Giovane Italia”: Sardinia Gold Mining. L’ammortizzatore sociale scade il 3 marzo. I lavoratori: “La speranza è l’arrivo di buone notizie”

LAVORO: RIPRENDE MOBILITAZIONE MINATORI FURTEI PER CIG


Foto de Danillu Lecis

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...