[Selargius] Mostra storico documentaria


Mostra Selargius
Martedì sera è stata inaugurata nell’Aula consiliare del Comune di Selargius la mostra storico documentaria “Storia di Selargius dal 1848 al 1950”, allestita dall’Archivio storico comunale e dalla Biblioteca comunale.

I cento anni di storia dell’abitato sono raccontati direttamente attraverso i documenti dell’archivio storico, divisi per argomenti: 

storia, con documenti che testimoniano il coinvolgimento del Comune e dei selargini ad avvenimenti riguardanti l’Italia intera o la Sardegna, come le delibere che attestano i soccorsi prestati alle famiglie bisognose dei militari, sardi e italiani, partiti di volta in volta in guerra; 

territorio, ha come temi la toponomastica, con l’attestazione del toponimo Selargius in documenti del XIV-XV secolo, l’uso del territorio in passato, le ripetute inondazioni, che l’abitato subì in conseguenza alle piogge torrenziali, e ancora i danni prodotti alle coltivazioni dalla siccità e dalle cavallette e le conseguenti carestie, la filossera che distrusse i vigneti, le comunicazioni e i trasporti, con riferimento particolare alla tramvia del Campidano, la linea che collegava Cagliari con Pirri, Monserrato, Selargius, Quartucciu e Quartu Sant’Elena, infine la cura che riservava il Comune al buon mantenimento e restauro delle strade dell’abitato;

cartografia, comprende una serie di piante di alcune vie interne ed esterne all’abitato di Selargius, e alcune carte dell’abitato risalenti ai primi decenni del ‘900, dove è possibile leggere i vecchi nomi delle strade; 

vecchio abitato e società, invece, comprende documenti relativi ad alcuni  luoghi pubblici e costruzioni, come il cimitero, la giudicatura, il carcere mandamentale, le chiese, la beccheria (il vecchio nome della macelleria). Altri temi trattati sono la rete idrica con le fontanelle, l’illuminazione, la prima farmacia, le  festività religiose, la scuola e l’asilo, la spesa per l’abbonamento del telefono, gli esercizi pubblici; 

comune e suoi servizi, ha come temi l’acquisto della casa comunale, il personale del Comune, con alcune figure oggi scomparse come il banditore comunale, il servizio sanitario con riferimento al medico dei poveri (Antioco Farris e Bernardino Puxeddu, ricompensati per avere prestato assistenza nel corso dell’epidemia di colera del 1867) e ai medicinali per i poveri somministrati dal farmacista;

istituzioni di pubblica utilità, raccoglie documentazione relativa alla Compagnia barracellare, alla Cassa Rurale di prestito, alla Congregazione di carità, e al Giudice Conciliatore;

ventennio fascista, affronta il periodo che va dalla perdita dell’autonomia di Selargius e della sua annessione al Comune di Cagliari alla successiva ricostituzione a Comune autonomo.

Completano la mostra una raccolta di articoli di quotidiani e di foto messe a disposizione dalla cittadinanza e una mostra sulla prima e sulla seconda guerra mondiale, organizzata dall’Associazione corale “Perosi”.

La mostra è visitabile nell’Aula consiliare in piazza Cellarium fino al 29 ottobre, dal lunedì al venerdì ore 9 -13, 16 – 19.

 

Annunci

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...