[Colonne d’Ercole] Secondo me stavano dove dice Sergio Frau.


Molto si è detto e molto si è scritto sul volume – secondo me bellissimo – di Sergio Frau sulle colonne d’Ercole. Son successe molte cose da allora, son state scritti altri volumi, son state realizzate manifestazioni di prestigio per celebrare i risultati dell’appassionante lavoro di quel giornalista-archeologo.

Un libro di storia scritto bene, dove al rigore della ricerca si fonde una scrittura brillante, gradevole, lontana mille leghe da certi testi impastoiati con i quali spesso bisogna combattere per approfondire un argomento di storia.

Eppoi, davvero in basso alla nostra classifica degli eventi venuti dopo, grazie e a causa di questo volume di Sergio Frau,  c’è quell’appello – così ridicolo e patetico, così stucchevole e  imbarazzante (per loro, per me, per l’umanità) – contro la lettura di quel libro.

Eh sì. Ci hanno provato a fare i brucia-libri. In molti non gli hanno dato retta. E fra questi spicca e riluce il grande Giovanni Lilliu che quell’appello si è rifiutato di firmarlo.

Non spicchiamo e non facciamo notizia, e giustamente, noi, che  non ci abbiamo pensato manco per un secondo a dare retta o peso a simili stupidaggini da scuola media.  Non ci passa manco per l’anticamera del cervello di dare credito a questo modo barbarico e intollerante di negare il confronto. Non accetto la censura da parte di chichessia, figurarsi se poi essa viene da istituzioni dello stato, cioè dal potere costituito.

Sono state pagine molto brutte, quelle, sia per la cultura sarda che per quella italiana. Delle quali, per fortuna, ci dimenticheremo in fretta. Perchè noi e quelli che come noi si sono appassionati a quel libro, nonostante alcuni aspetti che ci paiono meno convincenti, vorremmo sottometterlo all’impietoso vaglio di moltissimi esperti, al dibattito, facendone occasione di discussione e approfondimento.

Vorremmo che di queste cose si discutesse, a costo di vedere totalmente – scientificamente e non stupid-ideologicamente – demolita l’immagine – struggente e drammatica – che le tesi offerte da quel libro di Frau  ci danno della storia del Mediterraneo.

3 thoughts on “[Colonne d’Ercole] Secondo me stavano dove dice Sergio Frau.

  1. mi è capitato di fare colazione con sergio frau in un b&b del nuorese. Quel giorno davanti al caffè c’ero solo io e lui. Colazione autogestita, nel senso che ce la siamo preparata da soli. E’ stata l’occasione per scambiare quattro chiacchiere anche sulle sue “intuizioni”. E’ trapelata una grande passione di fondo che di sicuro gli ha dato la giusta soddisfazione e i giusti meriti, sopratutto relativamente a tanto ma tanto lavoro oscuro di ricerca.
    Ho un ottimo ricordo di quei 25 minuti. Se dovesse per caso leggere questo post gli mando da su barralliccu i miei saluti.

  2. L’idea di Frau è interessante. Sono tuttavia perplesso da due aspetti, che vorrei approfondire: 1) la stratigrafia del terreno non è quella che ci si aspetterebbe da uno tsunami; 2) il livello del mare non era così basso a quell’epoca.

  3. anche io sono perplesso sullo tsunami e mi piacerebbe davvero che si facessero studi appropriati per smentire o confermara l’ipotesi. tuttavia, mi pare che sull’ipotesi che le colonne d’ercole fossero al canale di Sicilia, mi pare non ci siano più tanti dubbi.
    Bisogna studiare, studiare, studiare.
    un saluto! ;)

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...