[Senorbì] Lotti in leasing nella zona industriale


da L’Unione Sarda del 27.03.2009

Senorbì i lotti della zona industriale si acquistano in leasing. L’amministrazione comunale non perde occasione di proporre soluzioni originali agli imprenditori decisi a investire nel cuore della Trexenta. L’idea di coinvolgere gli istituti di leasing è venuta fuori in una recente riunione di Giunta: il passo successivo è stato quello di modificare il regolamento per la concessione dei lotti in modo da inserire un passaggio che preveda la particolare formula di pagamento.

LA NORMA «Il Comune può autorizzare la cessione degli immobili in favore di istituti di leasing che si assumano gli obblighi stabiliti, impegnandosi a rispettarli e a farli rispettare dagli utilizzatori», si legge nell’articolo 11 della normativa. «L’istituto di leasing si impegna a concedere in locazione finanziaria l’immobile esclusivamente all’assegnatario originale riservandosi la facoltà di acquistare l’area alla scadenza del contratto».

LA NOVITÀ Il Comune cosa ci guadagna? La garanzia di ricevere il denaro innanzitutto. «Ma non solo», precisa il sindaco Adalberto Sanna. «La nostra strategia, che rappresenta un’assoluta novità per le aree industriali pubbliche, offre finalmente una chance a chi non dispone di risorse proprie tali da acquistare uno o più lotti a Senorbì, capoluogo anche economico dell’intera Trexenta». Una soluzione contro la crisi. «È inutile riempirsi la bocca discutendo di incentivi per l’occupazione e di rilancio della piccola e media impresa, se poi non vengono adottate soluzioni mirate al sostegno dei privati, in particolare dei giovani», conclude Sanna.

IL VANTAGGIO Ma c’è un altro vantaggio: se l’impresa chiude i battenti, al termine del contratto di leasing la palla passa di nuovo in mano all’amministrazione pubblica. Il Comune potrà riscattare l’intero immobile e metterlo di nuovo sul mercato. Non è un particolare da poco: a Senorbì non ci saranno più aree dismesse e inutilizzate per lungo tempo a causa di errori di gestione, sfortuna o crisi di mercato.

PIP A fianco della statale 128, sta nascendo una zona Pip innovativa e a misura di giovani. Nel regolamento per la concessione dei lotti c’è un’ulteriore norma pensata per agevolare gli imprenditori non ancora affermati: «In sede di richiesta non risulta obbligatoria l’iscrizione preventiva alla Camera di commercio». Un’idea imprenditoriale buona ha più valore di qualsiasi documento. Una soluzione che avvantaggia soprattutto i disoccupati. Soldi e tempo risparmiati: l’iscrizione diventa obbligatoria solo se si ottengono i lotti.

SEVERINO SIRIGU

*****

altri siti su senorbì

http://it.wikipedia.org/wiki/Senorbì

http://web.tiscali.it/Senorbi2000/

Annunci

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...