[nURAMINIs] Il Nuraghe di Nuraminis


In data 19 Maggio ho scritto un articolo dal titolo “C’era una volta un nuraghe?” in cui pubblicavo delle immagini satellitari ricavate da Google Earth di una zona in agro Nuraminis in cui si vede benissimo la pianta caratteristica di alcuni nuraghi.

Inoltre ho inviato le immagini ad alcuni archeologi ottenendo come risposta i soliti “non si capisce bene, occorrerebbe vedere da vicino, servono foto più dettagliate, eccetera”. Insomma, si sono prudentemente defilati (fa più notizia ed è più comodo vedere tombe inesistenti e sparare sulla Soprintendenza Archeologica).
Non convinto, ho fatto esaminare le immagini ad alcuni analisti di immagini aeree che mi hanno confermato la sicura presenza dei resti di un insediamento nuragico.
Ho quindi contattato l’amico Giorgio con cui stiamo lavorando per realizzare una serie di video di prossima pubblicazione e l’ho pregato di fare un sopralluogo in zona per capire meglio la situazione e questo è quanto mi ha raccontato:

“Ciao, ho effettuato un sopralluogo sulle coordinate che mi hai inviato e, in effetti, c’è qualcosa di importante in loco. Ed anche inquietante.
Quanto rilevato dalle immagini satellitari corrisponde in loco ad una collinetta con dei resti di pietre poste circolarmente ed inequivocabilmente non di origine naturale.
Da una prima serie di fotografie scattate si intravede la base di un nuraghe sulla cima della collinetta; giunto su questa sommità, osservando attentamente si vedono in basso altri resti di strutture quasi completamente coperti da vegetazione selvatica.

Sulla base della struttura sita sulla collina si vedono chiaramente i segni lasciati da mezzi di scavo sulle pietre (probabilmente benne di una escavatrice), inoltre sulla cima della collinetta, al centro della circonferenza ideale della struttura di è un chiaro segno di scavo in profondità franato di recente.

Da notare che sul bordo esterno della struttura in cima alla collina vi sono dei picchetti utilizzati per riferimento a delle misurazioni.
Capirai che non ci vuole molto a capire che lo scavo in questione non è stato fatto per cercare acqua. Sicuramente si tratta di scavi fatti da tombaroli alla ricerca di manufatti.
Invece la cosa inquietante è data dalla presenza di due cave nelle immediate vicinanze (forse 200 metri in linea d’aria).
Momentaneamente ti invio due immagini giusto per farti vedere la situazione attuale; tieni presente che sono a scopo puramente indicativo. Le prossime te le invierò a giorni, non appena ritornerò sul luogo con apparati fotografici e di ripresa più adatti.
Giorgio”

Un’indagine fatta in loco mi ha permesso di appurare alcune cose che vi vado ad elencare:
1- Sino ad una ventina di anni orsono, la struttura nuragica era pressochè intatta e i più anziani del paese mi hanno raccontato che è stata distrutta dagli scavi indiscriminati e dai tombaroli.

2- Il sito nuragico è stato catalogato dalla Soprintendenza Archeologica di Cagliari ma non si capisce bene come mai non sia stato tutelato.

3- Non si capisce bene come mai l’amministrazione locale non abbia fatto nulla per tutelare quell’area, visto che sono state (evidentemente) autorizzate ben due cave nelle immediate vicinanze.

4- Che cosa hanno mai fatto le associazioni ambientaliste da Italia Nostra in poi per evitare un simile scempio (Il problema non faceva abbastanza notizia oppure non c’erano consulenze abbastanza interessanti?).

A questo punto mi rivolgo sia all’Assessore Mongiu che al Governatore Renato Soru, paladini dichiarati della salvaguardia dei beni storico-ambientali della Sardegna, per avere una risposta concreta sul come e perchè di questo scempio e, soprattutto, su chi ha permesso si arrivasse a questo punto di degrado.
SeuDeu


Annunci

10 thoughts on “[nURAMINIs] Il Nuraghe di Nuraminis

  1. Ciao, bene cerco di rifrescare il commento dicendo que questi reperti erano a rischio gia’ quando le cave stavano all’inizio dell’ esplotazione.Purtroppo devo anche dire che altre costruzioni sono state devastate senza scrupolo ..affinche’ non si parassero le opere della cementeria.C’erano anche alcune caverne che abitate in periodi neonuragico sono state letteralmente distrutte.Quei resti circolari di pietre sono delle capanne che facevano parte del nuraghe Sa Corona e di un’ altro nuraghe che si trova all’altro lato con vista a Serrenti…ora non so se l’ hanno distrutto perche anche quella sezione stava in pericolo gia’ negli anni 70 ..ora io sto assente da Nuraminis quasi 38 anni ma vi assicuro che conosco a pennello i siti archeologici come la mia propia casa…un saluto Gianni

  2. Ciao Gianni, grazie per le tue precisazioni che confermano tante storie raccontate nel paese a mezza voce.
    Visto che ti ricordi tutto di come stavano le cose sino a 38 anni orsono, che ne dici di raccontarmele sino a quella data e poi cercherò di ricostruire il resto?
    Grazie
    SeuDeu

  3. Ciao.. non ho capito bene se sei già passato in Soprintendenza… ad ogni modo, se può esserti utile, già che ci sto facendo il tirocinio, posso provare a fare una piccola indagine interna.. se per te puo essere utile… comunque.. sapresti indicarmi la zona precisa dove si trova questo pseudo-nuraghe? grazie e spero di portare notizie interessanti nei prossimi post!

  4. Ciao, la localizzazione del luogo puoi trovarla nella foto satellitare del mio articolo precedente come coordinate geografiche.
    L’amico Giorgio mi ha detto che il posto dovrebbe chiamarsi Su Nuraxi.
    Qualsiasi aiuto è benvenuto. Eventualmente puoi contattarmi a:
    seudeu@gmail.com
    Grazie e (spero) a presto.
    SeuDeu
    P.S.- Non penso che sia un pseudo-nuraghe è solo un nuraghe rovinato anche se censito dalla S.A. e, con tutta probabilità (??) dimenticato (diversamente non si spiegherebbero i due picchetti per il riferimento di rilevamenti che sono stati ritrovati)

  5. ad ogni modo… vorrei segnalarti una pubblicazione su Villagreca che sarà presentata sabato 8 giugno, nella quale è ben trattato l’aspetto archeologico..
    di cui ora non posso fornirti alcun elemento, poichè la pubblicazione non è ancora stata presentata, ma sarò ben felice di poterti fornire un estratto che potrebbe magari chiarire alcun aspetti… si tratta comunque di studi condotti durante il censimento archeologico condotto nel 2002-2003 finanziato dal comune di nuraminis, supervisionato dalla Soprintendenza archeologica … a presto!

  6. X Mendulamarigosa: mi puoi dare ulteriori dettagli sulla presentazione di questo libro?
    Dove, quando, a che ora, chi l’ha scritto, ect?
    Magari anche l’invito……
    Perdona l’invadenza.
    SeuDeu

  7. Su Nuraxi si trova in Monti Leunarxu sulla strada che da Villagreca porta alla cementeria alla sinistra dopo un 450 mt di percorso. L’ altro e’ su nuraghe SA Corona ( che fa parte dei protonuraxisi cioe’ costruiti a secco,sono rari in Sardegna solo conosco esto e uno che credo sta a Bonnannaro.Il suo cimitero si trova sul versante opposto guardando verso ovest.

  8. Protonuraghe Sa Corona – Nuraminis

    Da Loc. Villagreca, a breve distanza da Nuraminis, una stradina sterrata sale alla collina calcarea di Sa Corona (258 m) sulla quale, a quota 226 m, si trovano gli imponenti resti del protonuraghe Sa Corona, uno dei più antichi monumenti megalitici del Bronzo antico, eretto intorno al 2000 a.C. dalle genti della cultura di Monte Claro di cui il sito ha restituito, tra gli altri reperti, un pugnale di rame.

    La pianta del protonuraghe è ellittica con massimo diametro esterno di m 11,70 ed interno di m 6,30. Della struttura originaria restano lembi di muratura alti circa 1 m e spessi circa 2 m. Ai piedi della collina, in loc. Santa Maria, è visibile un piccolo pozzo sacro nuragico circondato dai resti di QUATTRO Nuraghi (Sa Corona, Serra Kannigas, Monti Lonaxi e Su Padru, edificati tra il 1500 e il 1100 a.C.) e dei loro villaggi.

  9. quante balle! io personalmente, laureato in storia della Sardegna, circa 40 anni fa presentai richiesta nella facoltà di lettera all’ universtà (allora c’era un “certo” Lilliu che sapete sicuramente chi è per la Sardegna tutta!) per un interessamento su quello che è sicuramente il nuraghe più vicino alla costa del Campidano e mi fu risposto che non fregava niente a nessuno! ho anche delle riporese fatte con una

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...