Nuestra América – Gramsci e il Venezuela (Ghilarza – Orgosolo, 4-5 aprile 2008)


 Antonio Gramsci e il  Venezuela nel mondo grande e terribile

Antonio Gramsci e il Venezuela nel mondo grande e terribile:
Nuestra America: GRAMSCI E IL VENEZUELA è un progetto di cultura popolare e politica alta ispirato al pensiero di un grande intellettuale europeo in viaggio fuori dell´Europa.

Appuntamento a Ghilarza e a Orgosolo per il 4 e 5 aprile
Ghilarza – Casa Museo Gramsci (venerdi 4 aprile, ore 18): “Benvenuto” agli amici venezuelani”
Comune di Orgosolo- Auditorium Comunale (sabato 5 aprile, h.17) : Viaggio nel mondo di Gramsci da Ghilarza a Caracas

Proiezione del video saggio “New York e il mistero di Napoli” di Giorgio Barattat e Dario Fo.
– Conversazione civile fra: Giulio Angioni, Università di Cagliari, Antonio Deias, Istituto Superiore Regionale Etnografico, Paolo Piquereddu, direttore dell´Istituto Superiore Regionale Etnografico, Luisa Muravera, assessore alla cultura Comune di Orgosolo

in dialogo con
Jorge Giordani, presidente del Comitato d´amicizia Italia-Venezuela, Luis Damiani, prorettore della Universidad Bolivariana, Stefano Angelini, responsabile del progetto “Gramsci e il Venezuela”,
Coordina Giorgio Baratta, Presidente di Terra Gramsci, Presiede Francesco Meloni, Sindaco di Orgosolo

Ore 21
– Cantu pro Gramsci
con la partecipazione di Clara Murtas, Canto a tenore “Supramonte”

Il progetto
1. Settant´anni dopo la morte, Gramsci sbarca in Venezuela madre di Simon Bolivar, ove trentadue anni orsono Alejo Carpentier ripropose a tutti i cittadini del Nuovo Continente l´idea-guida di José Martí: vivere la nuestra América come un grande spazio comune, sottratto all´egemonia e al monopolio degli Stati Uniti del Nord America e così restituito allo spirito popolare creativo dei latini e non latini, in un grande contrappunto di popoli e culture.
Collaborare affinché possa sorgere a Caracas un
Centro di irradiazione permanente di cultura popolare e politica alta
animato dal dialogo tra il pensiero di un grande sardo, cittadino del “mondo grande e terribile e complicato”, e pensatori venezuelani, più in generale latino-americani, come di tutto il Pianeta: questo l´obiettivo del Progetto.

2. Concepito in sintonia e cooperazione con la International Gramsci Society e la Fondazione Istituto Gramsci, nonché come percorso previsto dalla rete interuniversitaria “Transito Atlantico” (con sedi principali presso l´Università di Napoli “L´Orientale” e la “Universidade Federal da Bahia), il Progetto propone alle Autorità e agli intellettuali in esso coinvolti della Repubblica bolivariana di verificare il possibile collegamento di una iniziativa da assumere in Venezuela con
TERRA GRAMSCI, rete associativa /scuola itinerante per un nuovo senso comune, costituita in Sardegna nel gennaio 2008.
3. Il riferimento a “Nuestra América” sottolinea il nesso ideale con quella “Unione Europea” che Gramsci – in lotta col fascismo per una autentica identità nazionale-popolare italiana – propugnò come una prospettiva indilazionabile verso il superamento dei vecchi nazionalismi, nell´orizzonte di quella che egli chiamava la “unificazione del genere umano”. In tale prospettiva il Progetto, sulla base di contatti già esistenti, richiederà patrocinio e sostegno da parte della Commissione Europea.
4. Sottolineare, nella configurazione del Centro, la simbiosi tra “cultura popolare” e “cultura alta”, significa valorizzare un filo rosso del pensiero di Gramsci: “costruire un blocco intellettuale-morale che renda politicamente possibile un progresso intellettuale di massa e non solo di scarsi gruppi di intellettuali”.
5. La costituzione di un Centro, come quello auspicato, richiede la stretta collaborazione tra una Sede universitaria, in grado di assicurare istituzionalità e scientificità al progetto, e una Sede in un “barrio”, capace di ancorare il progetto ai bisogni, desideri, iniziative dei cittadini comuni Il contrappunto tra le due istanze, diverse e unitarie, verrà perseguito in armonia con le istanze internazionali (Sardegna – Italia – Europa – Mondo). La nomina del Comitato Direttivo e del Comitato Scientifico del Centro ne rispecchierà la pluralità di anime, assicurando altresì la direzione e il controllo da parte dei dirigenti venezuelani.
6. Nella attuale fase preliminare, si è costituito in Roma, d´intesa con l´Ambasciatore del Venezuela in Italia, un Gruppo promotore, costituito da Giorgio Baratta, presidente della della International Gramsci Society-Italia, Giuseppe Vacca, presidente della Fondazione Istituto Gramsci e Stefano Angelini, coordinatore del Progetto.
Annunci

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...