[Cagliari] Scrivilo sui muri


Ma anche sui cartelli stradali, con misteriose immagini, disegni o graffiti a completare il tutto.

La fantasia grafica dei concittadini cagliaritani non ha limiti, a saperla osservare, e suscita meditabonde domande, filosofici dubbi, talvolta grandi sorrisi. Da una parte all’altra della città graffiti e semplici scritte, talvolta chilometriche, raccontano storie d’amore tormentate, estasi amoroso-gastronomiche e anatomiche, particolari inediti sulla cronaca passata e presente. Si parte dai muri dell’Ospedale Binaghi, in via Vidal, direzione asse mediano: un mistico “TI ADORO MIA DEA” si affianca alla citazione “SEI UN PICCOLO FIORE PER ME E L’ODORE CHE HAI”…, concetto che lascia spazio a molteplici interpretazioni.

Poco più in basso, ecco lo zenith da ferrerorocher: “CROCCANTINA TI AMO”, che mi ha fatto pensare indifferentemente alle patatine o al gattò. Più in centro, in Piazza Garibaldi e strade limitrofe, è tutto un fiorire di orsetti e di scritte di ogni genere: nella tribuna d’onore va però senz’altro messo il rassegnato “HAI GLI OCCHI DA OCA…MA TI DESIDERO”, sul muro di fronte alla scuola del Sacro Cuore, in Via Macomer. Il misterioso mittente di cotanto messaggio è certo un uomo di mondo, varrebbe la pena conoscerlo se non altro per domandargli come sono gli occhi da oca.

Per quanto riguarda i supereroi, già qualche tempo fa il misterioso Batman che imperversava sui muri della città è uscito allo scoperto, sostenendo di essere solo “il braccio” e non la mente dei messaggi amorosi sparsi dappertutto per tale “V”. Meritano una segnalazione altri due esempi che ci portano in Viale Diaz, proprio vicino all’ingresso della Fiera campionaria: “IL PAPA PIPPA – ALBANO E’ SANO”, che incuriosisce più del solito “TERRORISTA E’ LO STATO, ecc.”, e in Piazza Martiri, pieno centro città: stavolta non si tratta di un muro ma di un cartello stradale: dovrebbe essere una indicazione di direzione obbligatoria, ma sopra ci hanno appiccicato una sorta di decalcomania con una immagine del film Psycho e la scritta “TI CAGHI”!

Così, maiuscolo e col punto esclamativo, a indicare senza possibilità di dubbio che non è mica una domanda, quanto un invito o una esortazione. Infine, se state andando in zona Su Planu e passate in via Peretti, su un muro troverete tanti disegnini di occhi cigliati e svolazzanti: e in mezzo, un pensieroso “NELLA NOTTE MOLTI OCCHI RESPIRANO”.

Ed effettivamente, a Cagliari l’aria è proprio buona.

Annunci

4 thoughts on “[Cagliari] Scrivilo sui muri

  1. Beh, mille volte meglio dei tre metri sopra il cielo che campeggiano sui muri e sull’asfalto (la nuova frontiera..) della capitale.

    Ai miei tempi di studentessa, su un muro di viale Ciusa qualcuno mi diceva TI AMO DAVVERO E PER SEMPRE. Ovviamente si trattava di un’omonima, ma andava bene lo stesso…

  2. Grazie per gli (immeritati?) complimenti :-), Nennaprinc….e, Pipps….pure io mi incanto davanti a certe dichiarazioni ad alto rischio di immedesimazione ;-))

  3. a volte i writers cittadini sono una fiera della passione sgrammaticante: in una traversa del largo carlo felice… non ricordo bene la via … c’è (ancora) una scritta che mi faceva sempre sorride: “sei spacchiosa, ma ti voglio bene lo stesso”…
    e nei palazzoni di via emilia un grandissimo “W SAMMICHELE”…

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...