[Decimomannu] L’anomalia politica decimese continua


Decimomannu.gif

La situazione politica decimese, nel complesso, rappresenta un’anomalia. Tale anomalia si evince anche, dall’esterno, con quanto la stampa locale (con i due principali quotidiani sardi) ha raccontato ultimamente.

Decimomannu. Resta difficile il rapporto in Municipio tra ex Dc ed ex iscritti al Pci.
Comune, il Pd è separato in aula.
Franco Trudu aderisce al partito ma resta all’opposizione. Eppure l’esponente della minoranza è alleato del sindaco Leopoldo Trudu nella coalizione di maggioranza che guida la Provincia.

Partito democratico, a Decimomannu un pezzo è in maggioranza e governa il Municipio, l’altro in minoranza e fa le pulci a chi regge il Comune. Ci si divide un po’ su tutto: accordi in vista delle prossime amministrative di maggio ancora sottotraccia ma reali, sostegno o no alla statutaria, varie ed eventuali

Per cercare di districarsi serve una piccola guida pratica. Nel nuovo Pd c’è il sindaco, Leopoldo Trudu, esponente della Margherita, per esempio, e c’è anche il capo dell’opposizione, Franco Trudu, diessino.

Erano avversari candidati sindaci nelle scorse amministrative, sul solco della storica rivalità Dc-Pci, e sono rimasti seduti su schieramenti opposti in Comune, anche se nel frattempo sono stati eletti anche in Consiglio provinciale dove compaiono dalla stessa parte, nella coalizione di governo, al fianco del presidente Graziano Milia.

Entrambi di recente hanno aderito al nuovo partito di Veltroni, ma in Municipio la divisione resta. Muro che non accenna a cadere.

LO SCISMA La situazione nel centrosinistra a Decimo è ancora più complicata se si tiene conto anche di altri elementi. Per esempio, la vecchia scissione in casa Ds tra il 2001 e il 2003. Dalla costola della storica sezione di via Cagliari, intitolata a Gramsci e per niente disposta ad accordi con la Margherita (cioè gli ex Dc di Eliseo Secci prima e di Leopoldo Trudu oggi) nacque la sezione Berlinguer che traslocò in via Regina Elena: segretario Leonardo Mele, Franco Pala il suo esponente di spicco, vicesindaco e in prima fila a battersi in favore del nuovo Pd. Le due sezioni Ds si sono presentate divise nelle due liste civiche in corsa nel 2003.

LE PRIMARIE Altro argomento da gettare sul tavolo del dibattito politico di Decimomannu: la nascita del nuovo Pd in casa Ds. Nella sezione Gramsci vittoria quasi unanime della mozione Angius (88 voti, 2 soli a Mussi), in quella Berlinguer 46 per Fassino, uno per Mussi. A complicare ulteriormente il battesimo del Pd sono arrivate le primarie regionali. Con Cabras, esponente di bandiera dei partiti ufficiali Margherita e Ds, si sono schierate 516 persone, con lo sfidante Soru 396, ma nella lista del Governatore era stato inserito anche il sindaco Leopoldo Trudu (56 preferenze), per il quale ha lavorato sicuramente Eliseo Secci, assessore regionale al Bilancio scelto personalmente da Soru.

Numeri finiti nel frullatore dei commenti del paese, delle segreteria dei partiti che non dovrebbero esserci più ma che invece a Decimo sembrano ancora riferiti alle storiche divisioni Dc-Pci.

REAZIONI Il sindaco Leopoldo Trudu resta comunque ottimista: «Il percorso nato con l’Ulivo e cominciato con la Margherita e la sezione dei Ds di Berlinguer va avanti. Proprio sabato ci siamo riuniti per pianificare gli ultimi sei mesi di mandato in Comune, c’è stato dialogo, collaborazione». È vero che alle prossime comunali il sindaco spetta agli ex Ds? «Lo sento dire da qualcuno – prosegue il primo cittadino – ma a me non risulta e in ogni caso sono discorsi prematuri». «Ormai dobbiamo ragionare da partito unico e democratico – è l’invito di Franco Pala – dobbiamo superare i vecchi personalismi legati alla Dc e al Pci che fanno parte di un’altra età politica trapassata. Certo, l’opposizione di Franco Trudu, consigliere provinciale eletto con i Ds, non fa bene al dialogo e al nuovo Pd».

Sarebbe stato interessante conoscere anche il parere del diretto interessato, Franco Trudu, che però, contattato dal nostro giornale, non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione. Né nelle vesti di avversario di Leopoldo Trudu in Municipio, né come suo compagno di coalizione e di partito in Provincia. Il bello della politica e di un partito tutto ancora da costruire a Decimo.

dall’Unione Sarda del 4-11-2007

****

Con un finanziamento regionale di 1.100.00 euro, la giunta ha deliberato i lavori per il rifacimento e l’allargamento della rete idrica. Oltre al ripristino di quella preesistente compresa nel Corso Umberto, sarà realizzata per oltre quattro chilometri la nuova rete in quei quartieri dove il centro si è allargato grazie al varo del Piano urbanistico.

«Con questo intervento si riuscirà a sostituire anche parte della vecchia rete costituita da obsolete tubazioni in amianto e PVC, con quelle in ghisa che hanno una rendita decisamente migliore, sia dal punto di vista temporale e quindi della durata, sia da quello tecnico», spiega il sindaco Leopoldo Trudu. Il lavoro è stato preceduto da una serie di riunioni alle tra il primo cittadino l’assessore ai Lavori pubblici Mario Greco e i funzionari di Abbanoa. La seconda tranche di lavori, invece, prevede la realizzazione di altri 3 chilometri di rete, grazie ad un finanziamento di 800.000 euro.

Sull’opera, ancora non si è espressa l’ala dissidente dei Democratici di sinistra, quella che ha la sua storica sede in via Cagliari. Non essendo confluita nel Partito democratico che sta al governo cittadino, ora è all’opposizione. Anche se dovesse conlfuire nel Pd in vista delle elezioni amministrative di maggio, pare che la segreteria “Antonio Gramsci” voglia comunque costituire una lista civica con i partiti di destra pur di contrastare la candidatura del sindaco uscente Leopoldo Trudu.

da La Nuova Sardegna dell’11 novembre 2007

Annunci

One thought on “[Decimomannu] L’anomalia politica decimese continua

  1. il nuovo sindaco ha un nome e cognome a me familiare ,non sara’mica il fratello di don fabio trudu?la vostra mamma e signora teresa,sorella della madrina immacolata soriga?se e si vi faccio i miei migliori auguri x questo grande cammino pieno di insidie e grandi salite accompagnati anche da grandi discese,saluto affettuosamente in attesa di una vostra risposta grazie.

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...