[Fuoriusciti] Glamour in the kitchen


Ci sono posti così poco popolosi, ma così poco popolosi che tu ti chiedi…ma cosa ne verrà fuori da quaggiù? La gente ci nasce, si riproduce, e porta i fiori ai suoi defunti. E gli altri lì a dire”Non succede mai niente”. Chissà “Che Barba, che noia, che noia, che barba”. E invece…anche nel sobborgo più sobborgo d’Italia, che ne sò, un posto tipo Monterone, 33 abitanti, può nascer un fior.

Di dove credete che sia il buon vecchio Verdi? Di Le Roncole di Busseto, chiaro. E Luigi? Luigi di Bella? Porco cane, lui era di Linguaglossa! E dove diavolo stà Linguaglossa? Ehhh, però lui lo conoscete. Grumo Appula vi dice niente?Va beh, forse non siete tutti amanti di Sergio Rubini. Però Battiato si…vi ha incuriosito o rotto le balle anche domenica da Fabio Fazio, e di dov’è lui? Di Jonia. Ora, non me ne voglia la bella provincia del profondo sud, ma io Jonia “non la sapevo”.

E allora, vossignori, interroghiamoci un pò: perchè, dico io, perchè, proprio a Ghilarza, ridente paesello dell’alto oristanese, non potevano nascere i due cuochi che oggi a Milano vanno come l’analcolico biondo che fà impazzire il mondo?

cucinaita.jpgOh, qui parliamo di riconoscimenti da “Gambero Rosso”, indici di gradimento al di sopra della cucina super-lusso del Bulgari-Hotel. Uno schiantooo.

Ale e Franz: che coppia! No, no, niente Zelig, altra classe. Siamo sulla ruota ’82 e ’83. Non li conoscete? Ma come, è da un pò che sollazzano le panze di innumerevoli personaggi famosi e non solo. Stanchi della vita alla “Porto Cervo Dietro le Quinte” si trasferiscono nella MilanoBene, capitale indiscussa della moda e del fashion. Chiudono le loro valigie come sono abituati a fare da tempo,velocemente. Lasciano l’isola ancora una volta, migranti consolidati e all’avventura. Qualche maglia invernale, scarpe alla moda, giubbotto antigelo e 7,8 divise da cucina molto “cuoco d’alto borgo”. Bacino alla mamma rapido e indolore (forse) e via. Direi che può bastare.

E’ così che nasce Bianca. Che non è la rivisitazione del capolavoro della Disney sulla topastra senza il suo Bernie, ma il nuovo locale sito in via Bartolomeo Panizza, 10 (zona: Magenta), tutto interamente arredato secondo i gusti (almeno in cucina) dei nostri chef. “Milanotonight” riferisce “Sorge sulle ceneri del “2 Giudici”: ristorante carino che da un giorno all’altro chiuse in modo inaspettato e misterioso, con tavoli apparecchiati e luci accese per mesi. […]Completamente rifatto si presenta (in linea col nome) in total white look: sedie, tavoli, bancone del bar, pareti, luci, soffitto. Sedie di designer (di Eames, ma potrei sbagliare) e altri dettagli ben curati, senza esagerazioni pacchiane.- sottolineerei– Preso in mano dallo staff dello Smooth, il servizio è veloce e cordiale. Cucina italiana e di qualità”.

-“Tu ti prendi in gestione la cucina, scegli gli arredi, i tuoi pupilli, risistemiamo il locale e SI PARTE”!- Franz si precipita al telefono, contatta l’inseparabile Ale e via! 80 coperti a sera, incontri ravvicinati di terzo tipo, complimenti allo staff. Certo i loro nomi ancora non appaiono sugli annali, la gente non si gira per strada, non si strappa i capelli al loro passaggio, non gli chiedono autografi, ma…ci si può lavorare!
Noi piccoli ometti sardi siamo proprio un ottimo prodotto da esportazione!
Lo ammetto, è stato facile parlare per me, io gioco in casa, ma qualcuno doveva pur sviolinare la meglio gioventù del paesello ai piedi del lago blu!

 

 

 

 

Annunci

4 thoughts on “[Fuoriusciti] Glamour in the kitchen

  1. E poi mi chiama, mi dice che la cannella sulle patate al forno ci sta da dio – ma non passate parola – e poi mi da dei consigli, di quelli buoni che sembra lui quello grande, non sono ovvi, sono pieni di un buon senso che quasi mi spaventa, forse perchè li si impara a dosare, a correre e a pensare veloce, a far andare le mani più veloci della testa, e le mani hanno molto buon senso, non lo so.

  2. (Allora, che la cannella sulle patate al forno ci sta da dio lo sapevo già essendomi io scaltramente accalappiata il calciatore con doti culinarie più sexy del paesello e facciamo pure dintorni)

    E SAPEVO PURE (DA QUANDO COSTRUIVA CASE SUGLI ALBERI CON MIO FRATELLO) CHE FRANZ è UNO STRAFICO.

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...