[NuRaMiNis] Agguato sulla 131: rumeno processato a colpi di spranga


Girl%20-%20Domestic%20Violence.jpg

“A me non succede”. E’ quello che normalmente si pensa quando seduti in poltrona si vedono in tv le immagini allucinanti di pestaggi e violenze orribili ai danni di persone inermi. Poi ti rendi conto che le tue scelte ti hanno portato ad abitare a pochi km dal luogo in cui si è verificato quello che vedi in tv. Poi, leggendo i giornali ti rendi conto come quel mondo – fatto di quelle violenze, di quelle appartenenze – sia arrivato sino a lambire la casa dove sei nato e cresciuto.
E’ un senso di stupore, di orrore, di meraviglia quello che sento?
Non so cosa sia.
So che non è bello, però.

*********************

 

Tre auto di traverso sulla carreggiata nel cuore della notte lungo la 131 all’altezza di Nuraminis. Posto di blocco organizzato da una gang di rumeni. Per bloccare un altro connazionale. Processarlo. E condannarlo a una serie infinita di colpi di spranghe. Il giovane, 25 anni, è stato colpito e abbandonato sanguinante sulla superstrada, ma è riuscito a trascinarsi sino ad una abitazione alla periferia di Nuraminis, a lanciare l’allarme.
IL FERITO. I carabinieri lo hanno trovato così, ferito alla testa dall’asta di ferro e con lesioni e ammaccature in altre parti del corpo. Un amico che viaggiava con la sua auto è riuscito a fuggire. Il ferito, Gherghei Alan Rusu, è ora ricoverato in ospedale al Brotzu. Le sue condizioni sono gravi ma non corre pericolo di vita. Una mancata spartizione di refurtiva potrebbe essere all’origine del drammatico episodio. Per i carabinieri, gli aggressori volevano uccidere. Potrebbero aver abbandonato il ferito convinti di averlo colpito a morte. Di certo è stata una aggressione premeditata, preparata nei particolari.
GLI INQUIRENTI. L’indagine è già ad una svolta. Gli aggressori sono stati tutti individuati. I carabinieri della Compagnia di Sanluri, che agiscono al comando del capitano Gianluca Puletti, avrebbero nelle loro mani gli elementi utili per mettere sotto accusa i malviventi, tutti rumeni. Già oggi il sostituto procuratore Alessandro Pili, potrebbe emettere gli ordini di arresto. Ma in merito vige il riserbo totale.

 

L’Unione Sarda – sabato 03 novembre 2007 10:56 – Agguato sulla 131: rumeno processato a colpi di spranga

Blogged with Flock

Tags: , ,

Annunci

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...