I fuggitivi


images.jpg Cari amici, faccio una cosa poco seria: segnalo un libro che non ho letto ma di cui ho sentito parlare. Né bene né male, in realtà, tuttavia il tema mi pare decisamente attinente al nostro blog. Ecco perchè faccio uno strappo alla mia regola.

 

Il libro si chiama Scienziati di ventura. Storie di cervelli erranti, è di Andrea Mameli e Mauro Scanu.

Tempo fa ne sentii parlare in un servizio di un tg regionale. Ora vedo che si sta sviluppando intorno al volume un certo interesse nonchè un dibattito.

 

Come si evince dal titolo il libro si occupa dell’esodo di cervelli -sardi- per il mondo e lo fa attraverso una serie di interviste ai diretti interessati, vale a dire ad alcuni giovani ricercatori espatriati dall’isola in cerca di fortuna.

 

C’è addiritura un blog nato intorno alla recente pubblicazione con l’intento di raccogliere la rassegna stampa e promuovere il dibattito sui temi affrontati nel libro.

 

Consiglio la lettura ai cari coraggiosi barrallicchesi fuggitivi/fuorisciti – per cause di forza maggiore e interiore – sperando di far loro cosa gradita.

Annunci

10 thoughts on “I fuggitivi

  1. cosa gradita, opportuna, utilissima. vediamo di interagire con questo interessante gruppo di riflessione… brava ada

  2. ciao, sono uno dei due autori di scienziati di ventura, con questo libro abbiamo voluto raccontare le storie, i problemi e i successi di chi ha dovuto allontanarsi dalla Sardegna per lavorare nel proprio campo; i giovani scienziati che abbiamo intervistato ci hanno incoraggiato e trasmesso una responsabilità: di loro nessuno parlava!
    oggi ho saputo che la regione ha deciso di stanziare dei fondi per il rientro dei cervelli (vedremo cosa conterrà la finanziaria quando sarà approvata)…
    abbiamo scoperto alcuni scienziati emigrati molto felici della loro scelta (rientrano solo in vacanza), altri scontenti, altri pronti a rientrare alla prima occasione; l’importante è non dimenticarli (come gli emigrati storici): sono parte della Sardegna anche loro
    grazie per l’attenzione
    andrea mameli

  3. ciao andrea, credo che la comunità che anima questo blog offra un piccolo campione di quei sardi che sono dovuti andare via. tra loro, chi è felice della decisione e torna sull’isola solo per le vacanze e vedere la famiglia, chi invece tornerebbe se gli venisse garantito un “trattamento” per lo meno simile a quello che altri paesi e regioni son disposti a concedere, altri che invece stanno ancora cercando di capire dove sia il posto per sè nel mondo…. speriamo di trovare il tuo libro anche “nel continente”, così magari avremmo nuove occasioni per parlarne…. a presto e buon lavoro….

  4. Benissimo. Presenteremo il libro a Roma (fiera piccola editoria, Eur) l’8 dicembre e a Forlì (convegno nazionale sulla comunicazione della scienza) il 29 novembre; martedì 6 saremo ospiti di una trasmissione del mattino a Rai Tre (tv, ore 10 circa); a Roma so che lo vendono già (vi scriverò dove) e da gennaio con la seconda edizione saremo + presenti
    piacere di avervi conosciuto
    andrea
    http://www.linguaggiomacchina.it

  5. Adaspina i miei più vivivivissimi ringraziamenti per la citazione del Blog sui VERI fuoriusciti!
    La storia di Rosaria l’ho letta tutta d’un fiato pensando a come dev’esser stato prender la decisione di partire, trasferirsi, far valere ciò che in patria non ti è riconosciuto e scoprire che è fantastico….rientrare e non capire più dov’è casa tua. Sensazioni piuttosto forti. E come lei chissà quante centinaia di migliaia ancora…E come lei noi, forse, chissà, chissà dove ancora.
    Foz

  6. Ringrazio pubblicamente Ada per il commento al post di Rosaria Piga sul blog scienziatidiventura.blogspot.com
    Davvero forte.
    Oggi Rosaria ha mandato un post anche al blog della Mostra del libro di Macomer, districandosi molto bene anche nel territorio della nuova comunicazione telematica.

    andreamameli – http://www.linguaggiomacchina.it
    kasteddu (5-XI-2007)

  7. Questa mattina mi sono recato a Roma, con Michele Saba, dove abbiamo incontrato Mauro Scanu e insieme siamo entrati negli studi Rai della DEAR. Io e Mauro abbiamo parlato del nostro libro, Scienziati di ventura, e Michele ha raccontato la sua esperienza al MIT di Boston e il rientro a Monserrato al dipartimento di fisica. La trasmissione era Cominciamo bene, su rai tre, e vedere da dentro come funziona la tv è stato molto istruttivo. Alle 16 (complice il solito ritardo aereo, ma all’andata siamo atterrati in anticipo!!) eravamo già sul suolo amico: a Kasteddu.
    Domani spero di riuscire a procurarmi il filmato: in tal caso lo metto sul blog
    ciao
    andrea

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...