[GHILARZA. ANZI, SODDì] MAISTROS


 

Sabato scorso, nove giugno, presso la sala parrocchiale del comune di Soddì si è svolta la presentazione del Progetto Maistros, i saperi, la società, i valori tra passato e presente nelle piccole comunità dell’interno” .

Il progetto,finanziato dalla legge regionale 26 e promosso dai comuni di Soddì, Aidomaggiore, BIdonì e Sorradile  ha visto la luce grazie all’impegno di un nutrito gruppo di giovani dei paesi di Norbello, Ghilarza, Abbasanta, Ovodda e Armungia.

Ciascuno munito del proprio peculiare bagaglio formativo, si è prodigato con lavori di ricerca volti al recupero e alla conservazione di una parte della memoria popolare  dei paesi aderenti al progetto.  

Lo scopo è in sostanza quello di recuperare la memoria dei saperi popolari, di una visione del mondo che scompaiono  con gli anziani. Il recupero avviene attraverso ricerche bibliografiche  e indagini sul campo basate sul fondamentale contributo di anziani informatori. Tutte le informazioni raccolte e le elaborazioni scaturite  vengono riversate su supporto multimediale.

A quanto emerge dall’incontro di sabato lo scopo è brillantemente raggiunto, almeno per ciò che concerne la prima parte: il lavoro svolto finora, infatti, porta a termine  solo una parte del vasto e ambizioso  progetto, che si articolerà  in più annualità. 

Ha aperto l’incontro  con  i saluti di rito il coordinatore del progetto nonché moderatore dell’incontro, Antonio Pinna, seguito dal Sindaco di Soddì, comune fra i promotori del progetto, e paese ospitante del convegno.

Sono state  presentate le ricerche dal titolo “Le fiabe e le filastrocche” e  Le guaritrici e le erbe edicinali” da parte, rispettivamente di Joyce Mattu e Roberto Manca; di seguito la presentazione del sito internet  (che scaturirà dal lavoro ultimato) condotta da Roberto Manca;

la motivazione, chiarita da Daniela Boeddu, delle scelte linguistiche e di regolarizzazione della grafia operate dal gruppo di lavoro inerentemente alle parti del lavoro scritte in lingua sarda; l’intervento di Sandro Dessì concernente i suoi disegni a corredo del lavoro.L’incontro ha visto la partecipazione entusiasta  di un pubblico nutrito, eterogeneo per età e provenienza e, soprattutto, coinvolto.

Due le note di merito per l’incontro. Un utilizzo spontaneo e volenteroso della lingua sarda insieme  a quella italiana da parte di tutti i partecipanti, nessuno escluso:  le due lingue si sono estemporaneamente e  facilmente  mescolate fra  i diversi interventi.

Elemento fondamentale nella dinamica della presentazione, un  video, girato da Massimo MIscali,  presentato  quasi dimessamente come materiale scaturito dalle chiacchierate tra ricercatori e informatori e che invece si rivela  una prova umanamente toccante e di grande valore documentario: la macchina da presa ha uno sguardo lieve ma presente e attento nel catturare la ricchezza nascosta negli occhi, nelle mani,  nell’imbarazzo degli informatori che, peraltro con una generosità disarmante, mettono a disposizione la loro memoria attraverso  le parole.Bilancio positivo dunque per l’incontro di presentazione del progetto Maistros e, ci sembra di poter dire, anche  per la prima fase dell’ambizioso progetto di salvaguardia della memoria e per i suoi coraggiosi fautori.

Annunci

9 thoughts on “[GHILARZA. ANZI, SODDì] MAISTROS

  1. molto interessante davvero.. però mi spieghi come mai la sala parrocchiale di Soddì è del Comune? Siamo davanti ad un comune stile tardo ottocento, ultra-liberale e laico che espropria i locali della chiesa e li incamera? No perchè nel caso sarebbe fighissimo…. ;) benventa adaspina…

  2. Ada quale opera nobile la vostra! Grazie per questo post, avrei voluto esserci…e un pò, così, mi ci hai portato!

  3. ps.Viva sempre e comunque Massimo Miscali! Perchè non invitarlo a scrivere i questa bella casa di scrittura sarda libera? Ciauuu

  4. e ilarifoz… invitalo!! non sei uno degli autori di questo blog? hai il poteruncolo di farlo… o vuoi delegare gli altri? forza, siamo interessati a pubblicare dei piccoli video su queste pagine…

  5. domanda: se riesco a convincerlo lo volete Paul in questo blog? magari ci triterà le balls col calcio e altri sports ghilarzesi, ma lo farà in modo scientifico e critico ;)

  6. io lo so perchè ilariona vuole introdurre massimo miscali nel barralliccu……cloris monella……………………………………………………………………….

  7. certo ada coinvolgi paul al volo… saremmo lieti di ospitarlo… eppoi allo stato non esiste nessuno che si occupi di sport ….

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...