[Sardegna] Il cambio di un nome una via dell’identità


 

[dal Sardegna 6 Giugno 2007]
di Francesco Casula

Michelangelo Pira nella Premessa a quel saggio magistrale che è “La rivolta dell’oggetto”, ci parla di un bambino di un paese della Barbagia, che in prima elementare, il primo giorno di scuola, si sentì dire che il suo nome e il suo cognome non erano quelli che credeva di sapere fin dalla nascita e con i quali fino a quel momento era stato «chiamato » da tutti, riconosciuto e istituito come soggetto: ma erano altri.

Nei quali si sentì trattare come un alunno-oggetto e nei quali faticò non poco a riconoscersi e a restituirsi come soggetto. Quel bambino, -che poi è lo scrittore stesso- che per tutti era sempre stato fino ad allora, Mialinu de Crapinu: per la famiglia come per la comunità ma soprattutto per se stesso, a scuola, nella scuola “ufficiale”, dello Stato, si sente nominare Pira Michelangelo.

Di qui la lacerazione e la mutilazione culturale prodotta dalla negazione della sua identità, specie linguistica.

L’attualità di questi giorni ci ripropone il problema denunciato da Pira, risolto questa volta positivamente: il leader di Sardigna Nazione, Sebastiano Cumpostu, ha chiesto e ottenuto che anche nella carta di identità – e dunque anche per lo Stato e la burocrazia- il suo nome sia Bustianu e non più Sebastiano, ovvero nella propria lingua madre, il Sardo, e non nella lingua ufficiale dello Stato, l’Italiano.

Il cambio del nome è stato possibile -oltretutto senza alcuna spesa- grazie all’articolo 11 della Legge nazionale 482 del 1999 che tutela le minoranze linguistiche.

Annunci

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...