[Samatzai-Nuraminis] Allarme ambientale chiesto il monitoraggio


 

[da IlSardegna 2 Giugno 2007] Serve una commissione ambientale e una centralina per il monitoraggio dell’aria all’interno del paese, circondato dalle cave e dalle emissioni della cementeria.  È quanto chiede l’opposizione alla giunta. La centralina di Nuraminis ha suonato l’allarme. ■ Ale P.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

[da www.cgil.it] Italcementi, operazione trasparenza. Un confronto serrato con le amministrazioni comunali del territorio e con le istituzioni: Provincia, Regione e Asl in testa. Italcementi scommette sulla trasparenza e apre le porte del suo stabilimento. Ad annunciare ai sindaci di Samatzai, Alberto Pilloni, di Nuraminis, Luciano Cappai e di Serrenti, Luca Becciu la nuova politica improntata sul dialogo, cominciata negli altri siti industriali d’Italia e ora approdata in nell’Isola, è stato il direttore della fabbrica, Ignazio La Barbera. «Vogliamo consolidare i rapporti con i cittadini e il territorio, in una regione come la Sardegna in cui siamo presenti da quasi novant’anni», ha detto il dirigente. «Ascoltare, informare e dialogare sono i presupposti per uno sviluppo sostenibile».

Nel concreto, il progetto “Porte aperte” prevede un calendario di almeno due incontri l’anno. Momenti di vero confronto ed eventualmente anche di critica severa finalizzati alla salvaguardia della produttività, dell’occupazione ma anche e soprattutto alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica di chi vive intorno a una fabbrica comunque impattante. Per i capi delle giunte municipali, il programma di Italcementi non può che portare benefici alle comunità.

«Quest’iniziativa consentirà a tutti, all’azienda e a noi amministratori, di lavorare meglio per un obiettivo che non può che essere comune: la difesa del nostro territorio. Gli incontri periodici, inoltre, ci permetteranno di conoscere ciò che succede all’interno dello stabilimento e anche dei programmi a breve e medio termine dell’azienda», ha detto il sindaco di Samatzai, Alberto Pilloni.

Se Italcementi promette trasparenza, i sindaci annunciano attenzione e vigilanza costante. «Ben vengano i programmi, assolutamente importanti i dialoghi continui con questa importante realtà economica del nostro territorio. Proprio per questo ho sollecitato l’azienda a occuparsi subito di un’area degradata dove è presente una discarica da oltre trent’anni», ha ricordato il sindaco di Nuraminis, Luciano Cappai.

Conferma l’assoluta importanza di un dialogo sempre più proficuo e costante tra azienda e amministrazioni municipali, il primo cittadino di Serrenti, Luca Becciu: «Il territorio aveva necessità di questa nuova politica di apertura di Italcementi, discutere è sempre proficuo e solo così si possono trovare insieme le migliori strategie per favorire le nostre comunità». Un territorio che in questi decenni ha dato molto a Italcementi e che ora ha davvero fame di conoscenza. E voglia di guardare dentro una fabbrica sempre più trasparente. Maura Pibiri

About these ads

2 pensieri su “[Samatzai-Nuraminis] Allarme ambientale chiesto il monitoraggio

  1. Nel primo articolo riportato c’è scritto chiaramente: “la centralina di Nuraminis ha suonato l’allarme”. Inoltre non è la prima volta che ci capita di occuparci del tema. Le operazioni tese ad informare le popolazioni sul reale impatto prodotto da questo tipo di fabbriche sulla salute delle popolazioni non è mai stato chiaro, nè approfondito, nè veramente partecipativo. L’allarme è un allarme di trasparenza, di informazione, di sensibilizzazione. Inoltre a Nuraminis si è registrato negli anni addietro un tasso di incidenza di certe malattie che era a detta degli esperti, fuori norma. Non abbiamo prove per collegare questi fenomeni alle emissioni gassose, ma l’idea che una verifica obiettiva e seria in tal senso si debba pretendere e fare mi pare quantomeno legittimo.

Esprimi la tua opinione

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...